1 ottobre 2012: il primo anno da vescovo di mons. Antonino Raspanti

Tutti abbiamo ancora negli occhi e nel cuore le belle immagini e le emozioni della consacrazione episcopale di mons. Antonino Raspanti, avvenuta il 1° ottobre 2011. Eppure è già passato un anno. Un anno da quando mons. Raspanti è diventato vescovo, un anno che egli si trova a capo della nostra diocesi. Un anno durante il quale egli ha conosciuto noi e la nostra diocesi, un anno durante il quale i fedeli della diocesi di Acireale lo hanno conosciuto ed hanno imparato ad apprezzarlo e ad amarlo come pastore buono.

Mons. Antonino Raspanti durante l’omelia

L’evento è stato celebrato con un solenne pontificale svoltosi nella Cattedrale straboccante di folla, alla quale hanno partecipato due dei vescovi che lo hanno preceduto, mons. Giuseppe Malandrino e mons. Pio Vigo, il nunzio apostolico emerito mons. Alfio Rapisarda, moltissimi sacerdoti della diocesi ed i seminaristi.

Con viva commozione, mons. Raspanti durante l’omelia ha tracciato una breve sintesi di questo anno trascorso da vescovo della nostra diocesi, ringraziando quanti gli sono stati vicini nell’affetto e nella preghiera. Egli ha voluto in particolare ricordare la coincidenza con la festività di Santa Teresa del Bambin Gesù – alla cui semplicità ha dichiarato di volersi ispirare – e la recentissima cerimonia di beatificazione di padre Gabriele Allegra, un’occasione unica che ha coinvolto la città e la diocesi di Acireale e ha convogliato nella nostra città tantissimi fedeli provenienti non solo dalla Sicilia, ma anche da tanti altri posti e pure dalla Cina.

Gli auguri di mons. Giombanco

A conclusione della celebrazione eucaristica, il vicario generale mons. Guglielmo Giombanco si è fatto portavoce dei sentimenti di affetto e di gratitudine di tutta la diocesi nei confronti del suo Pastore.

Nel corso della cerimonia è stato conferito il diaconato all’accolito Maurizio Guarrera, ed è stata anche questa un’occasione di gioia e di festa per la nostra chiesa locale.

Sono stati inoltre dati altri due importanti annunci. Il primo riguarda proprio mons. Raspanti, che è stato nominato dalla CEI vice presidente per il sud Italia del comitato preparatorio del Convegno Ecclesiale Nazionale che si svolgerà a Firenze dal 9 al 13 novembre 2015. Detto comitato è presieduto da mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, il quale sarà coadiuvato da tre vicepresidenti: mons. Gianni Ambrosio (vescovo di Piacenza-Bobbio) per il nord Italia, mons. Mansueto Bianchi (vescovo di Pistoia) per il centro Italia e mons. Antonino Raspanti, per l’appunto, per il sud Italia.

L’omaggio della folla dopo la celebrazione

Inoltre – ed è stato mons. Raspanti in persona a dare questo annuncio a sorpresa – è stata comunicata la nomina di mons. Rosario Di Bella a “protonotario apostolico soprannumerario”, il titolo prelatizio onorifico più elevato che viene conferito, su richiesta del vescovo, ai sacerdoti ritenuti particolarmente meritevoli, e nel caso di mons. Di Bella si tratta certamente del riconoscimento della validità del servizio da lui svolto presso la nostra diocesi in qualità di vicario generale fino allo scorso mese di giugno.

Nino De Maria

Please follow and like us:
Posted by on 7 ottobre 2012. Filed under Interviste. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
4 − 2 =