Mons. Sciacca nominato Uditore generale della Camera Apostolica, un ruolo importante durante la Sede Vacante

“Il Santo Padre ha nominato Uditore untitledGenerale della Camera Apostolica l’Eccellentissimo Monsignore Giuseppe Sciacca, Vescovo titolare di Fondi, Segretario Generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano”.
Questa la notizia, fredda e stringata com’è nello stile dell’organo ufficiale della Santa Sede, pubblicata nella prima pagina dell’”Osservatore Romano” sotto la testatina “Nostre Informazioni”. A chiarire il significato dell’incarico di mons. Sciacca è stato, nello stesso giorno, padre Federico Lombardi, portavoce della Sala Stampa Vaticana. Che ha detto trattarsi, appunto, di una nomina pontificia pertinente la Sede Vacante, che ha funzioni di carattere logistico-amministrativo. Padre Lombardi, dopo avere ricordato che mons. Sciacca è segretario generale del Governatorato, ha sottolineato che si tratta di un esperto in diritto canonico di fiducia pontificia che affiancherà il Camerlengo di Santa Romana Chiesa, Cardinale Tarcisio Bertone, nel periodo di Sede Vacante, per amministrare la Sede Apostolica. E ancora, rispondendo alle domande dei giornalisti, il portavoce vaticano ha precisato che il “Vescovo Sciacca sarà il consulente giuridico del Camerlengo. Con lui saranno definiti i particolari della Sede Vacante, a cominciare da quando sarà spezzato l’anello piscatorio all’applicazione dei sigilli degli appartamenti pontifici in Vaticano e a Castelgandolfo, che sarò abitato dall’ormai ex Papa per qualche settimana dalla sera del 28 febbraio.

 

Please follow and like us:
Posted by on 18 febbraio 2013. Filed under Chiesa,Cronaca,Primo piano,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
20 − 10 =