Maugeri / Messa in piazza per l’arrivo del simulacro della Vergine restaurato. Il vescovo Urso: “Siamo invitati a sperare come ha fatto la Madonna”

Si è tenuta  nella piazza di Maugeri – Valverde – una Santa Messa celebrata dal vescovo emerito di Ragusa, mons. Paolo Urso, in occasione dell’ arrivo del simulacro della Vergine Santissima restaurato. Dopo  processione, la celebrazione  in piazza e il rito di incoronazione .
«La statua della parrocchia “Madonna delle Grazie”, di stile seicentesco, è stata ritoccata più volte: era piena di crepe, adesso finalmente è bellissima», ci ha detto il parroco di Maugeri, don Claudio Catalano.

Il vescovo  Paolo Urso  durante la predica ha detto:« Sono tornato nella casa che mi ha formato, nella chiesa che mi è stata madre. La Vergine è la guida del nostro cammino. Nella lettura che abbiamo appena fatto, uno dei due personaggi dice “Ma tu non sai niente di quello che è successo qui, che hanno preso Gesù e lo hanno condannato?. Lo hanno ucciso. Gesù ci ha delusi perché si è fatto uccidere”.  In quel momento non lo riconoscono.
«Arrivati a casa i due personaggi dicono a Gesù “Resta con noi” , poi lo riconoscono. Gesù spezza il pane, dà così la vita per loro, la salvezza per tutti. Poi sparisce. Tornati a Gerusalemme raccontano quello che hanno visto. Nella vita è facile perdere la speranza quando il cuore è triste. Quei due erano tristi.
«L’angelo aveva detto alla Madonna “Tu sarai la Madre e tuo figlio il Re”. Maria bussava alle porte quando doveva partorire e tutti dicevano che non c’era posto.  Lei non crede e non perde la speranza perché pensa che il Signore l’accompagnerà sempre e la proteggerà. Se noi rimaniamo col Signore la speranza non va via. Il segreto è dire al Signore “Resta con noi”. La Madonna è colei che dona il bambino al mondo. La speranza di questa donna è fondata su quel bambino. Anche noi siamo invitati a sperare.
«Vi auguro – conclude così il vescovo Urso – di essere persone che amano la Madonna che ci offre suo figlio. Stando con lei staremo anche con Gesù».

Dopo la predica il rito di incoronazione, i fuochi d’artificio, accompagnati dai canti del coro e lo svolgimento della regolare Messa.

Graziella De Maria

Please follow and like us:
Posted by on 3 maggio 2017. Filed under Cronaca,Cultura,Diocesi,In evidenza,Valverde. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
38 ⁄ 19 =