S. Agata Li Battiati / Terza edizione di “Autori in divisa” ma anche musica e mostra d’arte

L’Associazione culturale “Graziella Corso”, con il patrocinio del Comune di Sant’Agata Li Battiati, ha organizzato  la terza edizione di “Autori in divisa”. Incontro di dialogo e confronti tra colleghi che, oltre al loro quotidiano impegno per la collettività, hanno coltivato negli anni una passione che li accomuna: la scrittura.
Qualcuno è alla prima esperienza, altri hanno già scritto, ed insieme all’insegnante e coautrice dell’evento, Anna Maria Gazzana, hanno dialogato sui loro libri. Presentatrice la bravissima Agata Sava. Il progetto, che rientra all’interno dell’evento  culturale denominato “Battiati Cult”, si è svolto presso la biblioteca comunale del comune etneo ed ha visto la presenza di numerosi ospiti tra cui il vicario della questura di Catania, primo dirigente Salvatore Fazzino, il vice comandante della stazione dei carabinieri di Sant’Agata Li Battiati Giuseppe Calabrò e l’ispettore del lavoro Francesco Marchese.
I presenti, oltre a conoscere gli autori partecipanti, hanno potuto ammirare i dipinti dell’artista Pinuccia Alì. Il sottofondo musicale è stato curato dall’assistente capo coordinatore della polizia postale di Catania Giuseppe Roccella mentre i brani, tratti dalle opere presentate, sono state lette dal professore Angelo Battiato.
Ma veniamo ai protagonisti di questa terza edizione. Francesco Manna, assistente capo coordinatore in servizio all’U.P.G.S.P. (ufficio volanti) della questura di Catania, organizzatore e presidente dell’associazione “Graziella Corso”, che ha partecipato anche alle scorse edizioni, quest’anno ha presentato il suo ultimo libro dal titolo “Storie di tutti i giorni”, scritto insieme ad Agata Sava, vice presidente dell’associazione. Gianluca Granieri, sovrintendente capo in servizio alla Polaria dell’aeroporto di Catania, ha presentato la nuova versione, anche grafica, del suo “Un milanese a Catania” e Cristiana Zingarino, scrittrice, mamma, assistente capo, in servizio all’ufficio di gabinetto della questura di Catania, è autrice del  libro è “Butta la lenza”.

 Il libro “Storie di tutti i giorni, mille caratteri e non solo” scritto da Francesco Manna e Agata Sava, è una raccolta di frammenti di scrittura, creati ed elaborati dai due autori nel corso di questi ultimi anni.
Agata Sava, pittrice, autrice di poesie, è al suo esordio come scrittrice. Decidere di scrivere e pubblicare “Storie di tutti i giorni” è stato un progetto interessante e nato quasi per caso, visto che i due autori partecipano a contest letterari nei quali il “ring” dato ai partecipanti può essere di mille caratteri, spazi inclusi, con un tema assegnato dal vincitore morale della precedente edizione.
Manna definisce l’esperienza dei contest “un’ottima palestra, tirar sempre nuove idee, con racconti che spaziano sugli argomenti più disparati, ma che alla fine hanno un filo conduttore in comune: allenare la mente”. Così nasce l’idea di pubblicare questi racconti che, man mano crescono e, oltre ai contest dai mille caratteri, ritroviamo nel volume anche i nano-racconti di 250 battute, e poi i contest di 2000 e 3500 caratteri. Alla fine viene fuori un percorso che i due autori hanno sviluppato e reso fruibile a tutti i lettori, dove la mente e il cuore spazia con estrema leggerezza e sincerità, portando a leggere quest’opera tutta d’un fiato, come spesso si dice di un libro particolarmente interessante, o può anche leggersi a “piccole dosi”, quando e come si vuole, perché ogni pagina racchiude un piccolo racconto, con il suo piccolo universo creato dalla mente di Agata e Francesco.

“Un milanese a Catania” opera di Gianluca Granieri, narra l’amicizia tra Giuseppe e Ambrogio, il milanese, (il nome ci dice tutto). Giorno dopo giorno, i due amici avranno modo di conoscere e scoprire angoli affascinanti e meno conosciuti di questa metropoli del sud Italia, piena di fascino e di bellezze architettoniche, ma arretrata rispetto a Milano dal punto di vista economico e sociale.

Cristiana Zingarino, autrice di “Butta la lenza” racconta il cammino, a volte non facile, per dar vita alle proprie passioni, spesso messe da parte dalle incombenze quotidiane. Nel racconto Cristina, la protagonista, donna impegnata in famiglia e nel mondo del lavoro, grazie all’amica Marilena riscopre il suo antico amore per la letteratura e per la scrittura. Da qui inizia un viaggio introspettivo dove Cristina, in un mondo senza spazio e tempo, incontra 5 scrittrici, Jane Austen, Virginia Woolf, Oriana Fallaci, Elsa Morante e Margaret Mazzantini. La protagonista non sa spiegarsi come avvengano questi incontri ma nell’intersecarsi del racconto tra fantasia e realtà, giunge alla consapevolezza di voler realizzare i suoi sogni, al di là del quotidiano vivere. Il lettore viene “trascinato” in suggestive ambientazioni che introducono un mondo onirico ma che non dimentica la realtà.

L’evento, che ha avuto anche la presenza del primo cittadino di Sant’Agata Li Battiati Marco Rubino, ha riscosso un notevole successo e si prepara, come evento itinerante, ad altri tre importanti appuntamenti in provincia di Torino il prossimo febbraio. L’11 a San Mauro Torinese, mentre il 12 nel pomeriggio a Pinerolo per concludersi in serata a Torino.

Gabriella Puleo

 

You must be logged in to post a comment Login