A Santa Venerina, in scena la vita di San Sebastiano

Ha registrato un notevole successo, la sacra rappresentazione della “Vita di San Sebastiano… una storia moderna”, andata in scena a Santa Venerina nei locali parrocchiali di via Mazzini il 14, 15 e 21 gennaio e perogrammata già per il 4 febbraio. L’iniziativa teatrale a carattere religioso, è stata voluta da una nutrita componente giovanile che, ispirandosi ai testi di Sant’Ambrogio, ha elaborato i testi della sacra rappresentazione convertendoli in chiave moderna.

La difficoltà nel trovare fonti sulla vita del santo martire e il desiderio di interpretare le straordinaria testimonianza di fede del soldato romano, hanno ha spinto il regista e i vari collaboratori a scrivere e a mettere in scena una storia affascinante, in grado di parlare alla realtà. La storia ci dice che Sebastiano fu martirizzato a causa del suo Credo in Cristo, e come lui tantissimi altri santi e sante martiri. Finànco in questo pezzo di storia che viviamo oggi, la morte dei cristiani ovunque sparsi nel pianeta – Nigeria, Egitto, Iraq per fare alcuni nomi – conferma quest’ assurda violenza, ispirata da odio e rivendicazione. Aldilà di questa constatazione su quanto sia reale la persecuzione e la morte dei cristiani, la sacra rappresentazione vuole lanciare messaggi positivi.

“Che non sia solo teatro”: così il Parroco don Albero Nicita ha sollecitato il pubblico numeroso accorso in tutte le serate in programma. E, parlando dei valori che la sacra rappresentazione trasmette, dice “oltre la recitazione vi sono dei messaggi positivi che vanno recepiti”. Il coraggio in primis, ma anche l’autenticità della testimonianza di fede e la radicalità evangelica. Nel cast artistico troviamo una nutrita componente giovanile: Rossana Arcidiacono (Testi e Regia), Giuseppe Arcidiacono (testi), Antonino Fichera (musiche), Giovanni Grasso (luci), Carmela Brigantì (vestiti), Giusy Nolasco e Rita Sapuppo (scenografia). Preziosa inoltre la collaborazione dell’attore acese Ignazio Barcellona. I due attori protagonisti sono Sebastiano Mangano, che incarna il feroce Diocleziano, e Rosario Sorbello, che invece interpreta il coraggioso Sebastiano. Gli altri nome del cast artistico sono: Rosario Sorbello, Francesco Piazza, Cristina Mangano, Sebastiano Mangano, Giuseppe Puglisi, Nando Cavallaro, Lucio Sorbello, Salvo Russo, Salvo Sorbello, Rosario Piazza, Francesco Sciacca, Patrizia Messina, Rosario Caldarera, Mariangela Murabito, Francesca Zaccareo, Nino Sorbello, Orazio Patanè, Salvatore Battiato, Rossana Tarda, Dario Rocca, Annamaria Torrisi, Carmelo Bonanno, Sebastiano Nucifora, Salvo Marano, Francesco Ragonesi, Giuseppe Granata, Salvatore Musumeci, Alessia Ragonesi, Rosanna Pavone.

L’iniziativa teatrale ha avuto il supporto della commissione dei festeggiamenti in onore di San Sebastiano, di cui il cassiere è il sig. Orazio Zaccareo. Quest’anno la comunità santa venerinense festeggerà il suo compatrono con spiccata solennità e sontuosità in occasione del 150° anniversario del culto di San Sebastiano. Iniziative come la “Vita di San Sebastiano… una storia moderna”, certamente arricchiscono la festa e la fanno diventare un’esperienza di fede forte e concreta che, ci auguriamo, “colpisca” soprattutto i giovani, protagonisti di questa bella iniziativa, con tante lance positive quali la fraternità, l’amicizia, la fede in Cristo Gesù, e a vivere questo momento storico difficile con le virtù del Santo Martire Sebastiano. La sacra rappresentazione sarà riproposta sabato 4 febbraio alle ore 20,30 presso i locali parrocchiali di via Mazzini a Santa Venerina. Per le prenotazioni ci si può rivolgere al numero 3491134335.

Domenico Strano

Please follow and like us:
Posted by on 27 gennaio 2012. Filed under Interviste. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
29 × 15 =