Accoglienza / Inaugurato a Roma l’ostello “Casa Pessina”. La presidente Aig Baldi: “E’ un nuovo inizio, ma servono altre strutture”

Un’inaugurazione significativa, importante, sentita, partecipata ed emozionante. Così – informa una nota stampa – a Roma, al terzo piano di via Cavour 44, la cerimonia di apertura del nuovo ostello di charme “Casa Pessina” intitolato ad Aldo Franco Pessina, leggendario fondatore nel lontano 19 dicembre 1945 dell’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù, storico sodalizio senza scopo di lucro.
Stanze con servizi privati, tv, aria condizionata. 24 posti ripartiti in camere da 2 o più letti. Un’accogliente sala-biblioteca con spazi comuni per conversare e leggere. Una capiente reception. Prezzi che varieranno, a seconda della stagione, dai 25 ai 30 euro a persona, compresa la prima colazione.

Casa Pessina-Taglio del nastro

Casa Pessina-Taglio del nastro

Con arredi minimalisti e colori vivaci alle pareti, tutto apposta particolarmente trendy e allegro, la qualifica di “ostello di charme” ci sta tutta. In effetti, la struttura ha un’aria di forte e immediata simpatia, nata com’è, per fare ospitalità, ma col clima tipico (e unico) degli ostelli, che ovunque, e comunque nel mondo, tengono ben presente, oltre che il “servizio”, quella filosofia e maniera di accogliere che non può mai trascendere dalla cordialità, dall’apertura culturale, dalla possibilità e voglia di conoscere e di conoscersi, di incontrare e di incontrarsi.

Per l’AIG – ha sottolineato entusiasta Anita Baldi, presidente nazionale dell’Associazione – si tratta di un nuovo inizio, che lascia ben sperare nel rilancio del nostro insostituibile ruolo nell’ambito del turismo low cost italiano ed internazionale e nel garantire adeguata ospitalità e accoglienza nella capitale. Servono, naturalmente e urgentemente, nuove e altre più capienti strutture, considerando che nell’Ostello del Foro Italico ‘requisitoci’ ormai da tempo, l’AIG registrava fino a 100.000 presenze l’anno… La domanda c’è sempre stata, e c’è. Ma una colpevole indifferenza istituzionale, non ci ha dato possibilità di offrire concreta e rapida risposta. Due altri ostelli sono in arrivo a Testaccio e Cassia… ma necessita altro”.

Il momento è di particolare significato e importanza – ha proseguito Baldi – e testimonia l’impegno per far rinascere l’Associazione nonostante le difficoltà, per cercare di superare da soli l’indifferenza di enti e istituzioni preposte, che finora hanno dato solo parole e nessuna vera azione per dotare la città più bella del mondo, la città turistica per eccellenza, di capienti ostelli da mettere a disposizione di giovani, studenti, famiglie, italiani e stranieri. Da “Casa Pessina” comincia, dunque, la rinascita, e torna un ragionevole ottimismo per noi e per quanti cercano accoglienza e sana integrazione AIG a Roma, e quello spirito amichevole, cordiale, semplice e tollerante che caratterizza la vita delle nostre strutture. L’intitolazione ad Aldo Franco Pessina ed anche l’impiego del termine ‘casa’, stanno a significare che l’AIG riafferma con orgoglio e fiducia la propria storia e le proprie gloriose origini, e che con questa struttura, piccola secondo gli standard degli ostelli, ma centrale, strategica e appunto ‘charmant’, ritrova una prima sua dimora a Roma”.

Casa Pessina - Il salone

Casa Pessina – Il salone

Con l’entrata in funzione di “Casa Pessina”, allora, la storia dell’AIG ricomincia e si rinnova. Ed era quindi giusto festeggiarla e darle risalto in una cornice, come detto, di particolare entusiasmo, che registra simpatia e attenzione del mondo del turismo nazionale, a cominciare dalla presenza di Benito Perli, presidente Fitus, e dalla sensibilità del neo-sottosegretario ai Beni Culturali e al Turismo, on. Dorina Bianchi, che ha fatto pervenire il suo saluto, testimoniando la convinta volontà di affiancare e sostenere la “buona causa” dell’AIG in questo percorso di rinnovato impegno e di spinta a favore della mobilità e dell’accoglienza giovanile, studentesca, sociale e familiare, e quindi la crescita, in numero e qualità, della rete degli ostelli AIG in Italia.
Presenti i vertici dell’AIG, oltre il presidente Baldi, i vicepresidenti Filippo Capellupo e Lamberto Battucci, presidenti e commissari AIG di varie regioni italiane, il segretario nazionale Carmelo Lentino,  con ospiti di rilievo come Anna Fendi, l’inaugurazione è stata allietata da una raffinata degustazione di prodotti artigianali offerti dall’associazione romana “Le Cenepentole”, un sodalizio di particolare estro e creatività nel settore catering per eventi e cerimonie.

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 4 marzo 2016. Filed under Cronaca,In evidenza,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
12 − 7 =