Aci Bonaccorsi / Seminario su le malattie da Internet per gli studenti dell’Istituto “Allegra”

Nuovo appuntamento per il seminario “Le malattie da internet” che, ad Aci Bonaccorsi, ha fatto tappa martedì scorso all’interno della succursale dell’istituto “Padre Gabriele Maria Allegra”. Davanti ad una folta platea di studenti, – si legge in una nota stampa di Davide Bonaccorso – dopo i saluti del segretario provinciale della Ugl terziario Carmelo Catalano, del vice sindaco Graziella Messina e del dirigente scolastico Laura D’Agata, l’evento è stato introdotto dal medico del reparto di cardiologia dell’ospedale “Garibaldi” di Catania, Carolina Vitale, che è anche coordinatrice del progetto “Educazione continua alla prevenzione” di cui il seminario stesso fa parte grazie al patrocinio della Ugl di Catania.

Il primo intervento è stato curato da Orazio Marcello Trovato, nefrologo, direttore sanitario della clinica “Diaverum” di Acireale, che ha parlato delle patologie riscontrate a causa dell’eccessivo uso della rete da parte delle persone, mentre successivamente il dottor Letterio Freni, commissario capotecnico della Polizia di Stato, in rappresentanza del compartimento Polizia postale di Catania ha parlato del dilagante fenomeno del cyberbullismo.

 Sul tema della “netiquette” e delle regole per una corretta comunicazione tramite internet è invece intervenuto il ceo di “Labsfor” Vito Burgì e la psicologa Clara Raciti ha trattato l’argomento riguardante i disturbi psicologici da internet e le nuove generazioni che sono native digitali.

Infine, spazio alla dottoressa Maria Rita Signorino, responsabile dell’ambulatorio “Obesità infantile” dell’ospedale “Garibaldi” di Catania ha posto l’accento sulla problematica sempre più diffusa connessa all’alimentazione inconsapevole ed ai vari disturbi generati da un uso smodato di internet.

 Al termine degli interventi numerose sono state le domande degli alunni, dei docenti e dei genitori presenti, che hanno voluto approfondire i temi trattati dai relatori. Il progetto “Educazione continua alla prevenzione”, voluto fortemente dalla Ugl di Catania, continua adesso con altri incontri che si terranno nelle prossime settimane in altre realtà scolastiche ed associative.