Aci Catena / La città si prepara alla festa della Madonna SS.ma della Catena. Don Privitera: ”Siate devoti tutti i giorni”

Feste e tradizioni popolari sono da sempre lo strumento migliore per scandire il tempo, ma poche di queste servono a rammentare il forte legame spirituale con le proprie origini: il 15S.M. della Catena Agosto per Aci Catena non sarà il solito Ferragosto, ma la data in questione rappresenta, forse, il giorno più coinvolgente per la fede cristiana e per consolidare la già forte devozione dei cittadini nei confronti della Madonna Santissima della Catena. In occasione della grande celebrazione Padre Privitera ci racconta le origini del comune che deve il proprio nome al culto della Vergine; un evento che, proprio per questa ragione, crea un forte legame identificativo con i devoti e che riesce, inoltre, a spezzare i confini parrocchiali e a raggiungere il cuore dei fedeli dei comuni limitrofi. Un’occasione di grande rilevanza per la città testimoniata ogni anno dalla grande partecipazione e promossa dal suono della campana “Maria” e dai fuochi d’artificio che accompagnano la suggestiva “Trasuta o chianu”: l’ingresso del fercolo in piazza tra lo sventolio dei fazzoletti. Il momento più spirituale, ci tiene Padre Privitera a sottolinearlo, è però contrassegnato dai tre giorni antecedenti alla festa; tre giorni fondamentali che preparano i fedeli all’incontro spirituale con il soprannaturale e con la figura della Madonna prima che con la statua; incontro che il parroco si augura sia quotidiano e non dettato dalle necessità:  “La Madonna è di tutti, non è solo di Aci Catena… Non si può trasformare la devozione in convenienza, sarebbe davvero bello se si riuscisse ad essere devoti ogni giorno; queste occasioni di festa sono importanti perché ci permettono di avvicinare la nostra vita ai sacramenti, l’invito è quello di poterli abbracciare sempre, ogni giorno”. La città si sta preparando, le decorazioni sono già pronte, i due giorni di spiritualità e turismo sotto il segno della devozione per la Madonna della Catena sono alle porte: le feste e le tradizioni scandiscono il tempo e, a volte, anche la propria identità.

 Andrea Viscuso