Aci S. Antonio / Il 22 e 23 settembre la “Fratres” in piazza per promuovere la donazione del sangue

Il gruppo “Fratres” di Aci Sant’Antonio ripone molte speranze di una copiosa raccolta di sangue durante il “Week-end Fratres” programmato per sabato 22 e domenica 23 settembre in Piazza Maggiore.

Da sin. Barbara Spampinato e alcuni componenti della “Fratres” di Aci S. Antonio

“Attualmente – spiega la presidente Barbara Spampinato – possiamo contare solamente su 21 donatori attivi, davvero pochi. Questo ci ha spinti ad organizzare una campagna di sensibilizzazione per promuovere la donazione del sangue in paese. E grazie anche alla presenza dei gruppi di Valverde, Acicatena, Aci Bonaccorsi, Acireale, Acireale S. Maria del Carmelo e S. Giovanni la Punta, la Fratres vuole fortificare la sua presenza nel territorio”.
“Il gruppo di Aci S. Antonio è nato  nel 1984 – spiega ancora la giovane presidente – e per diversi anni è stato in piena attività, poi negli anni 90 ha subito un calo per riprendere nuovamente vigore nel 2002. Oggi siamo in una fase calante, il mio mandato è finito e stiamo temporeggiando in attesa di formare il nuovo direttivo”.
Barbara non nasconde una certa amarezza ma è fiduciosa in una ripresa: l’adesione di nuovi donatori e soprattutto di nuovi soci, darebbe un impulso vitale al gruppo scongiurando il pericolo di chiudere i battenti vanificando la meritoria attività sinora svolta.
Nell’appuntamento di sabato, alle ore 17, un’autoemoteca sosterà in Piazza Maggiore per una raccolta di sangue. Faranno da cornice una mostra di artigianato e animazione per bambini con musica, palloncini e zucchero filato.
Domenica 23 si potrà ancora visitare la mostra di artigianato e interverrà la Croce Rossa Italiana, sezione di Aci S. Antonio, con una dimostrazione delle manovre salvavita.
A sera, h.20,30, la “12 festa del donatore”, spettacolo di musica, teatro e danza con: Senzafiato, Kage Skinner, Distrattori, Nedart. Presenterà Giuseppe Costa.

Graziella Maugeri