Aci Trezza / Il borgo marinaro in festa il 3 e 4 settembre per le celebrazioni della Madonna della Buona Nuova

Sarà una due giorni all’insegna della devozione e della festa quella che il borgo marinaro di Aci Trezza si appresta a vivere sabato 3 e domenica 4 settembre, con i solenni festeggiamenti in onore della Madonna della Buona Nuova.

Un’antica tradizione che prenderà il via domani alle 18 nella chiesa madre di San Giovanni Battista con la svelata della statua lignea, che, come si legge in un comunicato – dalla sua cappella sarà traslato fino all’altare maggiore per la santa messa celebrata dal parroco don Giovanni Mammino. corret festeggiamenti in onore della madonna della buona nuova acitrezza 2011 (396 x 594)

Successivamente, alle 19, si terrà la trionfale uscita del simulacro che sarà accolta dall’incessante sparo di mortaretti a cura della ditta “Firemotion” di Trecastagni e dal suono delle campane, per l’avvio della prima parte di giro del fercolo che come prima tappa toccherà il molo vecchio, da dove l’immagine di Maria SS. verrà posta su un peschereccio per la benedizione del mare e delle barche di Trezza ed una breve processione nello specchio acqueo antistante la spiaggetta “Galatea”.

Al rientro a terra il simulacro, posizionato nuovamente sul fercolo stesso, proseguirà poi per le vie a nord del paese, prima del trionfale rientro di corsa in piazza Verga ed in chiesa intorno alle 23.30.

Dopodomani, invece, alle 10.30 il parroco presiederà la santa messa solenne nella chiesa madre, con la partecipazione della Commissione per i festeggiamenti ed animata dal coro parrocchiale “Te deum laudamus” diretto da Marisa Hili, mentre alle 11.30 si terrà il corteo fino al molo vecchio da dove partirà il corteo di barche verso il faraglione grande per l’omaggio alla statua della Madonna ausiliatrice

Nel pomeriggio, alle 19, ci sarà una nuova uscita del simulacro per la seconda parte del giro sul fercolo che raggiungerà le strade a nord del paese, fino alla chiesa parrocchiale di Santa Maria La Nova dove alle 20.30 sarà celebrata la santa messa. A conclusione della celebrazione eucaristica, la processione ripartirà alla volta della marina per l’accensione alle 22.30 del classico spettacolo pirotecnico di chiusura quest’anno affidata alla ditta “La Rosa international fireworks” di Bagheria.

Infine la spettacolare corsa del fercolo fino al sagrato della chiesa e la collocazione della statua della “Madonna a nova” al centro dell’altare maggiore, al grido di “W Maria”, chiuderanno il fine settimana di celebrazioni.

Nell’ambito delle due giornate mariane, come di consueto, sarà riproposta l’accensione della luminaria sul faraglione grande, sino a raggiungere la base dell’effigie della Madonna, a partire dalle 20. E non mancheranno neanche le artistiche “Calate dell’angelo”, sabato alle 22.30 in piazza delle Scuole e domenica alle 20 in via Provinciale nei pressi dell’altarino della Madonna della Buona Nuova.

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 2 settembre 2016. Filed under Aci Castello,Chiesa,Comuni,Cronaca,In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 × 27 =