Aci Trezza / Nei festeggiamenti del patrono S. Giovanni Battista si ricorda la posa della statua vent’anni fa sul molo

Entrano nel vivo ad Aci Trezza i solenni festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista. Con una Santa Messa celebrata dal parroco don Giovanni Mammino nel braccio sud del molo di Aci Trezza, infatti, mercoledì 17 è stata ufficialmente aperta la lunga settimana di eventi e celebrazioni dedicate al Santo Patrono. 1 -santa messa apertura festeggiamenti san giovanni battista.1

santa messa apertura festeggiamenti san giovanni battista.2Una festa doppia quella di quest’anno,- informa un comunicato – poichè contemporaneamente ricorre il ventennale dalla realizzazione e posa della statua in marmo del Battista proprio nel luogo dove sono stati aperti i festeggiamenti.

A ricordare l’evento, oltre ai promotori dell’iniziativa in quel tempo ed una rappresentanza della Commissione per i festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, una piccola folla di fedeli che ha raggiunto il molo nonostante la serata particolarmente ventilata.

Ed al termine della Messa, concelebrata dal vice parroco don Anandraj Suripogula, non sono mancate le foto per non dimenticare una vera e propria impresa che nel 1995 vide l’intero paese impegnato nella realizzazione di un sogno. Da quell’anno, la statua in marmo di Carrara raffigurante il correttaricordo ventennale posa statua san giovanni battista (450 x 250)simulacro di San Giovanni Battista custodito nella chiesa madre di Aci Trezza, protegge le barche che riparano dentro il porto del borgo dei Malavoglia.

“Ci apprestiamo ancora una volta a vivere intensamente questi giorni di festa – afferma il parroco don Giovanni Mammino. Così come fece Giovanni, che scelse di stare con i peccatori per invitarli alla conversione, preparando la strada al Figlio di Dio per liberare l’umanità dal peccato, anche noi desideriamo vivere una nuova umanità, liberandoci dall’individualismo sfrenato, camminando nell’amore e nella verità. Preghiamo il nostro patrono affinchè ci aiuti a vivere una vita rinnovata e profondamente umana”

 

Please follow and like us:
Posted by on 19 giugno 2015. Filed under Aci Castello,Cronaca,In evidenza,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
23 − 2 =