Acireale / Aperta a “San Benedetto” la mostra di ricami delle 50 corsiste di suor Giuseppina

Sarà inaugurata lunedì 8 ad Acireale la “Mostra di ricamo” nei locali dell’Istituto “Maria Ausiliatrice” (San Benedetto) di via Davì, che vedrà esposti i lavori delle corsiste che anche quest’anno si sono impegnate per realizzare ricami su tende, tovaglie da tavola, asciugamani, lenzuola, eccetera.

DSC_0138 (FILEminimizer)Il corso, così come la mostra, sono stati organizzati da suor Giuseppina delle Figlie di Maria Ausiliatrice. L’intento è quello di non far perdere queste tradizioni antiche che restano però sempre molto attuali. Attraverso le mostre tenute negli anni molte persone si sono avvicinate al mondo del ricamo: «Organizziamo corsi di ricamo da una trentina d’anni – ha detto Suor Giuseppina -; per i primi 15 anni abbiamo fatto una cosa in piccolo, poi sono stata spinta anche dalle mie consorelle a coinvolgere la Città acese tutta.

Suor Giuseppina e alcune corsiste

Suor Giuseppina e alcune corsiste

“Così dopo ogni mostra e a inizio corso si iscrivono una cinquantina di persone, ma a partecipare non sono mai meno di quaranta. Tra i partecipanti sono comprese anche alcune ragazze che hanno terminato gli studi, o altre che lavorano e vengono nei momenti liberi. In occasione di questo corso però è nato anche un gruppo sereno in cui si è trovato anche un senso di fratellanza e cordialità”, come lo ha definito Suor Giuseppina, la quale vede il rafforzarsi della coesione nel gruppo anche attraverso «momenti di preghiera, gite, cene o pranzi che delle volte organizziamo. Tutto ciò ha permesso di rendere ancor più unito il gruppo e questo per me è una cosa bella: il nostro fondatore, don Bosco, diceva di stare nella gioia, Papa Francesco ci insegna che dobbiamo essere cristiani gioiosi e anche il nostro Vescovo, mons. Antonino Raspanti, vedendo quante persone erano venute al corso e alla mostra l’ultima volta, ci ha voluto sottolineare quanto noi dovremmo essere di buon esempio ed DSC_0139 (FILEminimizer)essere testimoni».

Una novità che si introdurrà il prossimo anno sarà l’aggiunta di un corso di pittura e già ci sono state richieste d’iscrizione. Durante la mostra ci sarà anche la tombola, che vedrà la vendita di alcuni piccoli oggetti ricamati da 5/6 persone, e il cui ricavato andrà alle famiglie bisognose. «Sono delle tradizioni che non voglio far perdere e questo è l’unico modo non solo per mostrarle, ma anche per insegnarle a chi vuole essere portatore di belle tradizioni come quella del ricamo».

Ileana Bella

Please follow and like us:
Posted by on 7 giugno 2015. Filed under Acireale,Chiesa,Cronaca,Cultura,Iniziative,Società,Solidarietà. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
36 ⁄ 12 =