Acireale, apprezzata rassegna di corali a S.Pietro

I maestri delle corali con Rita Caramma e don Salvatore Scalia

Grande successo per la rassegna di corali polifoniche, organizzata in occasione del Natale presso la basilica dei Santi Apostoli Pietro e Paolo di Acireale.

La serata, presentata dalla giornalista Rita Caramma, si è aperta con i saluti del Rettore della Basilica, don Salvatore Scalia, e del direttore artistico dell’evento, Carmelo Falcotti, il quale ha ricordato che questa è la quarta edizione, dopo le precedenti (2006, 2008 e 2009) che hanno avuto luogo nella chiesa di San Biagio, ma è la prima volta che si organizza come rassegna di più corali. “L’auspicio – sono parole di Falcotti –  è quello che si possano organizzare anche in futuro eventi musicali come questo, sempre all’insegna del bel canto e a lode perenne di Dio”.

Quattro le corali partecipanti, e precisamente: “Don Antonino Maugeri” (Acireale), diretta dal M° Mario Licciardello; “Notre Dame de Lourdes” (Acireale), diretta dal M° Clotilde Fiorini e accompagnata all’organo dal M° Nella Mazzoli; “G.P. da Palestrina” (Aci Sant’Antonio), diretta dal M° Sebastiano Russo, accompagnata all’organo dal M° Agata Petraschi e alla chitarra dal M° Sebastiano Trovato; e “Akàthistos” (Acireale), diretta dal M° Carmelo Falcotti e accompagnata all’organo da Davide Marano. Il repertorio dei brani eseguiti (quattro per ciascuna corale) ha spaziato dai canti siciliani tradizionali, a vari brani natalizi in lingua latina e brani moderni in lingua straniera, al contemporaneo Marco Frisina.

Sono da apprezzare la dedizione, i sacrifici e la passione dei coristi, che con il loro impegno contribuiscono anche alla crescita culturale della città” ha aggiunto la giornalista Rita Caramma, che ha avuto parole anche per un commosso ricordo di don Antonino Maugeri, già decano della Basilica e prolifico compositore, “sempre nei cuori e nel ricordo di tutti noi”.

La serata si è conclusa, tra gli applausi convinti del pubblico presente, con la consegna di targhe ricordo alle corali partecipanti, omaggi floreali ed un momento conclusivo di convivialità.

Guido Leonardi