Acireale / Cominciano domani i “Percorsi condivisi”. La dott.ssa Acagnino incontra gli studenti per parlare di legalità

Inizieranno domani, martedì 29 novembre, alle ore 9, i Percorsi Condivisi di Legalità che l’Ufficio di Pastorale Sociale della Diocesi di Acireale, in collaborazione con Libera e l’Associazione Libera Cittadinanza, sta portando avanti insieme a quattro degli istituti superiori di Acireale che hanno aderito: Istituto socio-psico-pedagogico “Regina Elena”; IISS “Galileo Ferraris”; Istituto Tecnico Economico “Majorana-Meucci”; Istituto di Istruzione Superiore “Gulli e Pennisi”.

I Percorsi Condivisi – informa una nota dell’Ufficio pastorale sociale di Acireale – si prefiggono di permettere agli studenti che frequentano gli istituti superiori di Acireale di confrontarsi su tematiche attinenti alla legalità. Quest’anno il tema è “ Il sentimento di giustizia come principio e fine di legalità ”, per cui ci si confronterà sulla comprensione del senso di giustizia, concentrandosi su alcune dimensioni esistenziali, quali quella dell’essere persona, della famiglia, del territorio e del rapporto con gli altri.

La dott.ssa Marisa Acagnino

La dott.ssa Marisa Acagnino

 Il primo incontro vedrà la presenza della dott.ssa Marisa Acagnino, magistrato, Presidente di sezione del Tribunale Civile di Catania, che incontrerà circa 400 studenti presso la sala-teatro “Pinella Musmeci” della Villa Belvedere, ad Acireale, in due turni, dalle 9 alle 11 e dalle 11 alle 13. Durante l’incontro si aiuteranno gli studenti a prendere coscienza del rapporto tra legge e giustizia e sulla necessità di maturare una personale capacità di discernimento, affinchè ogni osservanza della legge sia governata dal senso di giustizia.

Dopo questo primo incontro seguiranno dei seminari di approfondimento che gli studenti realizzeranno con i propri professori referenti alla legalità dei vari istituti, aiutati anche dal risultato di circa 500 questionari somministrati agli studenti ed il cui risultato costituirà una valida base di partenza per una presa di coscienza ed un confronto tra gli studenti stessi.

Alla fine di tale percorso, che si realizzerà attraverso ricerche ed esperienze con situazioni, persone o luoghi significativi, gli studenti proporranno le loro conclusioni durante una manifestazione, nella quale esporranno i loro elaborati che verranno condivisi con gli altri studenti e con tutta la cittadinanza, all’interno di un incontro festa che si svolgerà ad aprile del 2017.

Durante l’incontro verrà ricordata la figura di Enzo Dato, efficace collaboratore per diversi anni dei Percorsi Condivisi, come rappresentante dell’Associazione Libera Cittadinanza di cui era attivo componente.