La Festa della donna -18 / “Essere madre”: alla vigilia dell’8 marzo approfondita al Consultorio familiare di Acireale un’importante realtà della natura femminile

In questi giorni anche la nostra città ha dedicato molti incontri alla ricorrenza dell’8 marzo. Festeggiata in America fin dai primi anni del Novecento, ben presto diventa una ricorrenza importante anche nel vecchio continente, dopo la seconda conferenza delle donne comuniste a Mosca nel 1921, venendo confermata come data in ricordo della manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo nel 1917.

Un momento dell’incontro

Precedendo di un giorno la canonica data che dal 1922 celebra anche in Italia la festa dedicata alla donna, si è svolta al consultorio familiare di Acireale la conferenza dal tema “Essere madre”.

Il clima che c’è nel consultorio è veramente familiare e tutti i medici che lavorano in questo reparto svolgono con impegno e grande passione il loro lavoro; prova ne è che la sala era gremita di gestanti seguite dall’équipe medica, che hanno ascoltato con grande interesse il tema trattato. A prendere la parola e fare gli onori di casa è stata la dottoressa Agata Lanteri, direttrice del distretto sanitario di Acireale, a seguire il saluto della dottoressa Adele D’Anna, assessore alle politiche sociali e alla pubblica istruzione. Un saluto al pubblico presente in sala anche dalla dottoressa Claudia Pricoco, presidente dell’A.I.D.M. (associazione italiana donne medico), sezione di Catania. Moderatore dell’incontro il dott. Antonino Pittera, psicologo che ha introdotto i vari interventi dei relatori. Il primo è stato quello della dottoressa Venera Guarrera che ha relazionato sull’argomento “fertilità e gravidanza”. Argomenti importanti e trattati in maniera semplice e chiara dalla dottoressa Guarrera, che si è soffermata sull’importanza delle visite prenatali, del rischio del fumo e dell’alcool in gravidanza e dei necessari ma non invasivi controlli a cui le future mamme si sottopongono per giungere alla fine dei nove mesi con serenità e la gioia di attendere un arrivo speciale: il loro bambino!

L’intervento dell’assessore Adele D’Anna

Altro interessante argomento trattato è stato l’allattamento al seno. A relazionare è stata la dottoressa Maria Luisa Pappalardo che ha giustamente voluto sfatare credenze comuni che a volte portano le neo mamme a scegliere l’allattamento artificiale, non conoscendo a fondo l’importanza di questo magico e speciale momento tra mamma e piccolo. Quanta tenerezza e quanto amore può trasmettere una mamma nel tenere in braccio la propria creatura e dandole essa stessa quel nutrimento fondamentale alla sua crescita e alla sua stessa sopravvivenza nei fondamentali primi mesi di vita. Certo, è anche giusto dire che i primi momenti non sono facili, e la neo-mamma potrà scoraggiarsi e pensare di non essere in grado di poter nutrire a sufficienza il suo piccolo, ma non bisogna scoraggiarsi al primo insuccesso e perseverare, e sapere che è un momento impagabile che lega quei due esseri in maniera unica.

Infine la professoressa Grazia Cavallaro, docente di musica e scrittrice, ha letto dei brani sempre in tema con la maternità, dando l’input al dott. Pittera di accennare ad un altro interessante quanto controverso e difficile argomento che è l’adozione. Il consultorio offre alle future mamme corsi di preparazione al parto che si svolgono in otto incontri, occasione per confrontarsi insieme e avere informazioni e consulenze importanti. Quello che comunque è stato più volte giustamente ribadito da tutti coloro che sono intervenuto è che la gravidanza è un evento naturale nella vita di ogni donna e come tale deve essere vissuto, con gioia, serenità, vivendo giorno dopo giorno il cambiamento del proprio corpo nella consapevolezza che il miracolo della vita si sta compiendo e che un nuovo essere tra nove mesi verrà al mondo.

Gabriella Puleo

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 8 marzo 2017. Filed under Acireale,Comuni,Cronaca,Famiglia,homepage,In evidenza,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 ⁄ 14 =