Acireale / Furto sacrilego nella chiesa del Sacratissimo Cuore di Gesù. Il parroco don Orazio Greco: “In sette anni non era successo niente di simile”

Un furto sacrilego nella notte tra lunedì e martedì scorsi, ha colpito la Parrocchia del Sacratissimo Cuore di Gesù, zona Piazza Dante.

Altarino della Madonna

Due i malviventi che, incappucciati, verso le 4,30 del mattino, approfittando dell’impalcatura da poco montata per ristrutturare la facciata della chiesa, sono saliti fin sulla torre campanaria e da lì sono scesi per giungere all’obiettivo subito illuminato dalla torcia di uno dei due: l’altarino della Madonna posto ai piedi dell’altare. Come mostrano le immagini della videosorveglianza, uno dei malviventi è rimasto lontano dall’occhio della telecamera della chiesa mentre dava indicazioni al complice che prima, da buon cristiano, bacia il vetro della Madonna per poi mandarlo in pezzi dopo vari tentativi.
“Ha impiegato almeno tre minuti per rompere il vetro –spiega don Orazio Greco, parroco della chiesa- e a quanto si vede dal video, lo scassinatore si rivolgeva spesso al suo complice che si trovava dall’altro lato della chiesa, nascosto dalla telecamera”.

Parrocchia Sacr.mo Cuore di Gesù

Il parroco si dice rammaricato dell’accaduto, non tanto per il valore della merce rubata “cosa di poco valore economico: una coroncina di metallo non prezioso e una collana del rosario anch’essa di scarso valore”, quanto per l’atto sacrilego. Che si tratti di uno sfregio alla figura della Madonna o di una erronea valutazione del valore della merce, don Orazio Greco ritiene che chi ha compiuto il furto non faccia parte della sua comunità parrocchiana
“È da sette anni che sono parroco qui e non era mai successo nulla di simile – ha spiegato – Inoltre la coroncina era stata apposta sul capo della Madonna, una statuetta di resina donataci da una parrocchiana, già l’8 dicembre del 2014 in occasione della festa dell’Immacolata Concezione. Spero di incoronare nuovamente la statuetta per l’8 dicembre prossimo grazie soprattutto alla collaborazione dei parrocchiani che si sono fatti avanti con l’intenzione di fare una colletta per aiutarmi con le spese”. Ora il tutto è al vaglio dei carabinieri della compagnia di Acireale.

Ileana Bella

Please follow and like us:
Posted by on 6 ottobre 2017. Filed under Acireale,Chiesa,Comuni,Cronaca,In evidenza,Parrocchie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 + 26 =