Acireale / I novant’anni del monastero della Visitazione

IMG_3203

Posa della prima pietra (1926)

Il 19 giugno prossimo verrà ricordato il 90° anniversario della fondazione del monastero della Visitazione, una realtà per la cui istituzione profusero tutto il loro impegno i primi vescovi diocesani.

Fin dal 1872 mons. Gerlando Maria Genuardi aveva coltivato l’idea di istituire nella diocesi di Acireale un monastero di vita contemplativa. I vescovi che lo seguirono (Arista, Bella e Cento) portarono avanti il progetto, tra mille difficoltà. In particolare, mons. Giovanbattista Arista si mise in contatto con don Luigi Orione (sacerdote canonizzato nel 2004 da Giovanni Paolo II) per fare inviare nella nostra città un primo gruppo di suore visitandine dal monastero di Reggio Calabria.

Sarà, però, il marchigiano mons. Fernando Cento, quarto vescovo di Acireale, a vedere realizzato il sogno dei suoi predecessori. Il 19 giugno 1925, festa del Sacro Cuore nell’Anno Santo indetto da papa Pio XI, il monastero fu canonicamente fondato, occupando locali provvisori. Mons. Cento, celebrando la S.Messa, manifestò il suo compiacimento con queste parole, rivolte alle prime suore: “Mi aspetto da voi che siate santificatrici di santificatori, missione che farà forse tremare la vostra debolezza, ma che farà anche impennare le ali del vostro amore. La vostra missione sarà quella di intercedere, pregare, riparare“. Il vescovo alludeva al compito che diede alla suore il fondatore dell’Ordine, San Francesco di Sales, vale a dire offrire la loro vita di preghiera per i sacerdoti.

Il monastero era già fondato, ma la prima pietra dell’edificio definitivo fu benedetta dallo stesso mons. Cento il 4 maggio 1926 (per vedere l’inizio dei lavori di costruzione dell’annesso tempio votivo del Sacro Cuore di Gesù, invece, si dovrà attendere sino all’11 novembre 1952). Il monastero negli anni a seguire crebbe, al punto da inviare alcune sorelle a Rosolini (diocesi di Noto) per la fondazione di un altro monastero della Visitazione.

La ricorrenza – nell’ambito del programma della festa del Sacro Cuore di Gesà, approntato dal parroco dell’omonima parrocchia acese, don Orazio Greco – sarà celebrata in due momenti: lunedì 15 giugno (ore 19) con una conferenza di don Giovanni Mammino, parroco di Aci Trezza e docente di Storia della Chiesa, e venerdì 19 giugno (ore 19), con una S.Messa solenne, presieduta dal vescovo di Acireale, mons. Antonino Raspanti, con la partecipazione del Seminario di Acireale e del cappellano del monastero di Rosolini.

Guido Leonardi

Please follow and like us:
Posted by on 15 giugno 2015. Filed under Acireale,Chiesa,homepage,In evidenza,Storia. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
29 − 15 =