Acireale / I premiati del concorso “Poesie d’amare” della “Società di Mutuo Soccorso Agostino Pennisi”

Si è concluso nei giorni scorsi – informa una nota stampa – il concorso Poesie d’amare  indetto dalla Società di Mutuo Soccorso Agostino Pennisi, con sede ad Acireale, in procinto di festeggiare i suoi centotrent’anni dalla fondazione,  ed ideato da Rosario Grasso, che già a tredici anni cominciò a coltivare e manifestare questa sua passione partecipando a numerosi concorsi.  “ Personalmente intendo la poesia come uno sfogo del tutto personale. Essa è in grado di dar voce alle singole sensazioni ed emozioni del nostro animo” così definisce, il cons. Grasso, l’attività del poetare.  Il concorso, che ha registrato la partecipazione di circa trenta partecipanti, anche di altre regioni d’Italia,  si è concluso con la cerimonia di premiazione svoltasi presso l’ex chiesa di San Giovanni Nepomuceno, sita in Via Romeo 70, a cui hanno preso parte, oltre al cons. Grasso e al presidente della Mutuo Soccorso, cav. Alfio Leotta,  la commissione giudicatrice nelle persone del prof. A. Leotta, la prof. M. Mirone e il disegnatore G. Di Mauro. Ogni poesia è stata giudicata con un voto da cinque a dieci in base alla sua originalità, alla proprietà di linguaggio e alla capacità di suscitare emozioni. I primi tre  classificati sono stati: al primo posto Angelo Santangelo, con la poesia Lampedusa nostra civiltà, al secondo Giuseppe Re, con la poesia L’uttimu Natali, e al terzo Filippo Badalà, con il componimento Nnamuramentu. A tutti i partecipanti sono stati consegnati una medaglia ricordo e un libro che ripercorre la storia dell’associazione di Mutuo Soccorso Agostino Pennisi, operante da oltre un secolo per il bene comune.

 

 

f.to Alessio Mondell