Acireale/ La famiglia tema del concorso del Serra club per studenti.Due premiati acesi nella graduatoria nazionale

La serata di premiazione del concorso Studenti 2014 del Serra club di Acireale s’è svolta nell’accogliente salone del Seminario acese, gremito di studenti, docenti e genitori.
Il presidente, dott.Mario Sciuto, il governatore del distretto 77, dott. Cherubino Fiorini, e il rettore del Seminario, don Angelo Milone, si congratulano con i presenti per il conseguimento di lusinghieri risultati, non soltanto nell’ambito diocesano, ma anche in sede nazionale: infatti con due studenti premiati, Acireale eccelle nei confronti degli altri Serra club meridionali.
Il prof. Casimiro Nicolosi, presidente della giuria, formata dai professori Dora Pennisi, Anna Bella e Nino Pulvirenti, rileva con soddisfazione che il tema della famiglia è stato trattato con consapevolezza dai giovani: il livello complessivo dei 180 partecipanti è ottimo.concorso serra club (1080 x 810) corretta
Una serata di entusiasmo per i docenti degli Istituti scolastici di primo e secondo grado, che ricevono il relativo attestato; inoltre per gli studenti, gli attestati di merito per più di un centinaio; di partecipazione, per gli altri.
Tre i premi in palio: il primo di 200 euro; il secondo di 150; il terzo di100. E’ il segretario, prof. Salvino Patanè, ad annunciare i nomi dei premiati che riportiamo di seguito.

Simone Cardaci (quarto da sin.)

Simone Cardaci (quarto da sin.)

Per la scuola Media: I° premio, Pia Alessia Rinaldi, “Macherione” Giarre; II° premio, Giulio Arrigo, “Guglielmino” Aci Catena; lo stesso premio, nella graduatoria nazionale.
III° premio, ex aequo: Giulia Fichera, “Macherione” Giarre, plesso “G. La Pira” Sant’Alfio, Federica Raciti, “Verga”, Riposto.
Istituti Secondari di II grado: I° premio, Simone Cardaci, IV F liceo Scientifico “Archimede” Acireale; III premio, ex aequo con uno studente di Massa Carrara, a livello nazionale. II° premio ex aequo: Luca Giuseppe Fichera, Industriale “Galileo Ferraris” Acireale; Danilo Grasso, liceo Scientifico “Archimede” Acireale; III° premio ex aequo: Elenia Lombardo, liceo Scientifico “Leonardo” Giarre; Eros Selmi, Professionale “Majorana Meucci” Acireale.
Significative le risposte di alcuni premiati su domande concernenti i loro temi, letti in pubblico.

Giulio Arrigo (secondo da sin.)

Giulio Arrigo (secondo da sin.)

Pia Alessia Rinaldi: “Non ci sono differenze tra gli uomini, per quanto riguarda le varie religioni.Dio ci ha creati tutti come fratelli e sorelle, sotto il grande manto dell’amore, quindi della pace”. Giulio Arrigo: “Ho maturato le mie idee sulla famiglia, documentandomi su Internet e sulle rubriche dell’attualità nelle antologie scolastiche”.
A Simone Cardaci abbiamo chiesto: l’originalità del tuo “racconto” è frutto della tua fantasia o ti sei ispirato a qualche esperienza?
“L’uno e l’altro. Dall’attualità ho preso spunto da un ricercatore universitario di fisica, paraplegico, mentre ho architettato con la fantasia la storia dell’abbandono del neonato paraplegico da parte dei genitori naturali e dell’adozione sua da parte di una coppia con una figlia, senza poterne avere altri figli, per dimostrare che è l’amore a dare la vera vita…”.

                                                                                                                                                                                A. B.