Acireale / “Orange Revolution” ok, ma urgono spazi per i bambini disponibili tutto l’anno

IMG_2358Bambini in festa, almeno per una notte, in una città colorata d’arancio: è la fotografia della “Orange Revolution” che per il secondo anno consecutivo riporta le famiglie nel centro storico acese per la mezzanotte dei bambini. Entusiasmo e fame di divertimento tra giochi, musica, sport e laboratori educativi che hanno fuso insieme l’aspetto ludico con quello formativo; piazza San Domenico, luogo cardine della serata, si è trasformata per l’occasione in “Piazza della terra pulsante” ed ha ospitato una fattoria ed un piccolo orto per sensibilizzare ai valori della terra ed ai sacrifici alla base di un buon raccolto. La terra come metafora della vita e la mongolfiera in piazza Duomo come metafora del viaggio, leitmotiv dell’iniziativa; l’imponente mezzo è stato il simbolo di ciò che la rivoluzione arancione vorrebbe realizzare: una biblioteca per bambini, attiva tutto l’anno, perché non esiste agenzia di viaggi più efficiente della biblioteca, luogo nel quale prendono forma i sogni dei bambini. Famiglie protagoniste in spazi nuovi, colorati, pieni di magia agli occhi dei più piccoli e forse pieni di rimpianti per gli occhi dei più grandi: l’emozione nel vedere i propri figli cimentarsi nel gioco e sporcarsi di colore si accompagna al desiderio di una città più viva e pensata anche per i più piccoli, non soltanto per una notte, ma anche nel corso dell’anno; sono, infatti, pochi gli spazi fruibili in città ed i genitori non mancano di segnalarne l’esigenza. L’entusiasmo per la grande festa e la partecipazione sanciscono il successo della mezzanotte dei bambini che materializza i desideri dei più piccoli: la loro fame di attenzione e di spazi, di occasioni a loro dedicate e di iniziative che promuovano gioco ed educazione, ma nel contempo lancia un segnale importante: la città ha fame e gli stimoli della “Orange Revolution” non possono cadere nel vuoto; non dopo tutta questa magia.

Andrea Viscuso

Please follow and like us:
Posted by on 1 agosto 2015. Filed under Acireale,Cronaca,Cultura,Famiglia,Iniziative,Primo piano,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
20 ⁄ 2 =