Acireale / La “Misericordia” fa il punto di trentacinque anni di attività al servizio della comunità

Il 35° della “Misericordia” acese è stato celebrato, nel salone della parrocchia del Sacro Cuore di Acireale, con un’assemblea dei soci che ha messo a fuoco la questione dell’identità, dei valori della persona e della comunità, ponendo al centro dell’attenzione la solidarietà e la coerenza.misericordia2 (400 x 300)modific Il Governatore dott. Salvatore Romeo, nel suo discorso ha puntato sui giovani, facendo un’analisi della cosiddetta “era dello sballo”, come viene definita dagli esperti, da cui si genera il disagio giovanile e nello stesso tempo sociale. E’ un fenomeno che pone gravi problemi circa la socializzazione, emarginata, mentre si privilegiano i social network, quali face-book, twitter e altro, dando luogo per il giovane al rischio della solitudine con conseguenze talora disastrose che sfociano anche nel suicidio, omessa del tutto la richiesta di appoggi e di aiuto. Il relatore mette in luce l’urgenza di creare momenti di aggregazione e d’incontro, valorizzando attività creative per attrarre i giovani ad aderire al volontariato, canale di amicizia, ricchezza di valori, che promuovono la formazione di una personalità forte, capace di affrontare i problemi del nostro tempo, a volte anche molto problematico. L’associazione  della “Misericordia”, con i suoi momenti costruttivi verso quanti sono sofferenti sia sul piano fisico che morale, può pertanto “diventare un centro di aggregazione reale più di quello virtuale”. Molto positivo è stato il lavoro svolto durante l’anno sociale con il trasporto sanitario: 481 servizi con le autoambulanze, di cui cinque impegnate in emergenza. Complessivamente sono stati percorsi 12.000 km, con l’apporto responsabile dell’ispettore dei servizi Marco Catalano e del vice ispettore Orazio Rocca. Da rilevare, le Giornate della sofferenza, organizzate da varie parrocchie e le feste religiose con la presenza dei soccorritori; il Banco alimentare per 220 indigenti; la Protezione civile, che è stata operosa nel Carnevale di Acireale e in altre occasioni; il XXX corso base per soccorritori, organizzato dal dott. Alfredo Busà e dal dott. Carlo Luca.

Anna Bella