Acireale / Nella parrochia di piazza Dante il mese di giugno particolarmente dedicato al Sacro Cuore

Il Colle del Sacro Cuore in Acireale, ovvero piazza Dante, abbraccia  un verde quartiere, una cittadella di quiete, pur nella dinamicità dei nostri tempi. Il monastero della Visitazione, a fianco del Santuario diocesano del Sacratissimo Cuore di Gesù, offre al passante una visione di pace e di preghiera.
Quest’anno, sotto l’esperta guida sia di don Gabriele Patanè, l’amministratore parrocchiale, sia della Comunità del Monastero della Visitazione di Santa Maria, nonchè del Consiglio pastorale parrocchiale, il mese di giugno è stato dedicato esclusivamente al Cuore di Gesù, con quotidiani riti liturgici, la celebrazione delle Lodi mattutine, l’esposizione del Santissimo e l’adorazione, la celebrazione eucaristica.
Singolare, nel giorno dell’Ascensione, la benedizione dell’acqua con le rose, secondo la tradizione di secoli: lavarsi il viso con quell’acqua, diceva mia madre, giova a far festa con Gesù che sale in cielo.
Nella solennità di Pentecoste, molto positiva l’iniziativa della consacrazione delle famiglie al Cuore di Gesù; interessante, la riflessione del diacono Sebastiano Genco sull’opera missionaria, quale apporto di bene a persone in condizioni di precarietà.  Il gruppo “Figli di Medjugorje” ha animato ore di adorazione eucaristica.
Per la festa del “Corpus Domini”, è stata effettuata una processione eucaristica al Monastero della Visitazione.

Vari sacerdoti della città e della diocesi hanno presieduto le celebrazioni eucaristiche: don Mario Fresta, don Orazio Greco, mons. Giovanni Mammino, mons. Sebastiano Raciti, mons. Paolo Urso, vescovo emerito di Ragusa, il card. Paolo Romeo. Iniziativa pregevole l’agape fraterna dei volontari della S. Vincenzo parrocchiale del Santuario “Maria SS. di Loreto”, guidati dal parroco don Rosario Gulisano.
La vigilia della Solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, la celebrazione eucaristica è stata presieduta dal Rettore del Seminario, don Marco Catalano, concelebranti i due parroci don Patanè e don Caltabiano della parrocchia confinante, inoltre la partecipazione dei seminaristi. E’ seguita la processione eucaristica nei due quartieri, con conclusione nella chiesa del Cuore Immacolato di Maria.
Il venerdì 28 giugno è stato un giorno di grande gioia con fantasiose illuminazioni, nell’ambito del Santuario e nella parte alta di Via Paolo Vasta. La giornata, molto densa di ore di adorazione, si è conclusa con la solenne celebrazione eucaristica, presieduta dal vescovo mons.Antonino Raspanti, di sera, sul sagrato pieno di gente, con la partecipazione di autorità e del sindaco, dott. Stefano Alì.
Ventisei simpatici adolescenti, vestiti con abiti di vivaci colori, hanno ricevuto il sacramento della Cresima. Il Vescovo nella vibrante omelia si è rivolto soprattutto a loro, spronandoli ad essere nella vita coraggiosi testimoni di Cristo. Infine, breve processione in Piazza Dante, dove s’innalza la statua del Sacro Cuore di Gesù: i Vigili del Fuoco, con entusiasmo, hanno offerto una magnifica corona di fiori; originale iniziativa, suggerita da don Gabriele. Un vigile del fuoco, servendosi degli attrezzi particolari del furgone, è riuscito a depositare la corona di fiori sulla mano destra della Statua di Cristo. Un coro di applausi e foto dei fedeli presenti.

                                        Anna Bella