Acireale / Omaggio del Comune a un gruppo di scrittori per il loro contributo culturale

“Gli autori più originali non lo sono perché promuovono ciò che è nuovo, ma perché mettono ciò che hanno da dire in un modo tale che sembri che non sia mai stato detto prima” (Wolfgang Goethe).  Le parole dello scrittore, poeta e drammaturgo tedesco sono perfette per esprimere quello che la maggior parte degli scrittori sente di voler dire e comunicare ai propri lettori. Sentimenti, emozioni, pensieri, sogni, paure, insoddisfazioni; e si potrebbe continuare ancora a lungo, perché far sì che un foglio vergine, tutto bianco, si possa riempire pian  piano di lettere, parole e frasi che catturino l’attenzione del lettore deve esserci la convinzione dell’autore che quello che scrive sia suo, originale, non ancora detto, o almeno detto in maniera diversa da chi lo ha già scritto.

La città di Acireale, nella serata conclusiva degli eventi legati al Santo Natale, ha voluto omaggiare diversi scrittori di una targa ricordo a riconoscimento del loro contributo nel mondo della cultura. E dunque la sera dell’Epifania, nell’antisala consiliare del palazzo di città, il sindaco ingegnere Roberto Barbagallo, l’assessore alle attività  culturali Antonio Coniglio e i consiglieri Mariella Bonanno, Giuseppe Ferlito e Teresa Privitera hanno consegnato  ai premiati un riconoscimento per aver portato, con le loro opere, la Sicilia nel resto d’Italia. Numerosi i premiati, tanta l’emozione per questo riconoscimento, palpabile nella

Mariella Di Mauro e Daniela Trovato

scrittrice Mariella Di Mauro, commossa per aver ricevuto nella sua città questo riconoscimento. Tutti hanno avuto parole di riconoscenza e gratitudine per l’amministrazione acese che in questi ultimi anni ha dato un importante contributo alla cultura con numerose iniziative.

Grazie anche da parte dell’amministrazione a questi valenti scrittori che, come Daniela Trovato, nell’anno appena trascorso, hanno ricevuto importanti riconoscimenti fuori dal territorio acese. Ed ancora ricordiamo la giornalista e scrittrice Rita Caramma, il professore Adriano Di Gregorio, la maestra Pina Spinella con il suo toccante libro sulla sua esperienza di coma per due lunghi mesi a causa di un errore medico. Il professore Lorenzo Marotta, il dottore Pippo Scudero che lo scorso anno ha riscosso un bel successo con la sua collana il “Filastroccario” dedicata al pubblico dei più piccoli. Il dottore Luciano Venticinque è stato premiato per il suo libro dedicato allo studio delle stimmate dal titolo “La pelle mistica”. Premiati anche Maria Antonietta Ferrarolo, Anna Costarella, Biagio Fichera, Davide Pappalardo, Vincenzo Maimone e Carmen Spitaleri.

Gabriella Puleo

 

You must be logged in to post a comment Login