Acireale / Per la festa dei Santi Cosma e Damiano una “caccia” per conoscere la vita e le opere dei due martiri

Ad Acireale, nella parrocchia “Santi Cosma e Damiano, guidata da don Mario Arezzi, in occasione dei festeggiamenti in onore dei due santi patroni, non ci sono state bombe e fuochi d’artificio ma, accanto alla preparazione spirituale e liturgica,  si è proposto ai fedeli parrocchiani un’attività  che permettesse di entrare maggiormente in relazione e in sintonia con la vita e la testimonianza dei Santi. 14
04E’ stata organizzata quella che in gergo scout viene chiamata “caccia” e cioè un percorso caratterizzato da tappe e da altrettanti incontri con figure rilevanti, con testimoni della vita e della santità dei fratelli Cosma e Damiano.
La Caccia (solitamente francescana) è un’attività tipicamente scout, che abbiamo preso in prestito per veicolare in modo nuovo aspetti e momenti della vita dei santi.
I fedeli, guidati da un viandante che con la sua lanterna li ha accompagnati lungo il percorso, hanno avuto la possibilità di incontrare alcuni personaggi che hanno raccontato una parte della vita e delle opere dei due martiri; come la vicina di casa che ricorda con piacere la fanciullezza dei due fratelli, o Palladia che testimonia come i due medici l’hanno curata, per passare poi al prefetto romano Lisia che si trova tra le mani il problema di come arrestare e far condannare i due cristiani, per finire poi con l’ancella che racconta stupita della guarigione alla gamba del suo padrone operata dai due santi dopo la loro morte.
Tutto drammatizzato alla fioca luce delle padelle romane che segnavano il cammino.

Cristina Morabito

Please follow and like us:
Posted by on 16 ottobre 2016. Filed under Acireale,Chiesa,Cronaca,Diocesi,In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
4 + 15 =