Acireale / Aperto il Bookstore Mondadori. Testimonianza di una giovane lettrice: “E’ come se avessi ritrovato l’Amore”

Se c’è un posto che mi disegna un enorme sorriso in volto, quello è senz’altro una libreria. Ne ho subìto il fascino fin da bambina e da allora è stato amore.
Andavo in quarta elementare quando è cominciata la mia passione per la lettura e la mia libreria di rifornimento era la Mondadori di corso Umberto.
Scendevo sempre dritta al piano inferiore, in fondo, nell’ultima stanza dove c’era la sezione dedicata ai ragazzi della mia età. Mi piacevano i libri che parlavano di magia e incantesimi, ne divoravo uno dopo l’altro. Crescendo, ho smesso di scendere sotto e mi limitavo alla sezione fantasy. D’estate, durante la passeggiata pomeridiana con le amiche, quella libreria era una tappa obbligata.
Un giorno però vidi la porta d’ingresso chiusa ad un orario in cui di norma stava aperta. Non ci diedi peso. Ma pochi giorni dopo mi fu detto che la libreria aveva chiuso. Ricordo di aver sentito un piccolo vuoto dentro, e ogni volta che passavo davanti a quella scritta rossa, su quella vetrata buia, mi sentivo presa da una strana sensazione di tristezza. Certo, oggi entro nelle altre librerie con lo stesso entusiasmo con il quale entravo in quella, ma c’è sempre qualcosa che è diverso. In fin dei conti tutte le librerie sono uguali, ma l’ambiente che si respira è diverso da una libreria all’altra perché le cose sono tutte relative. Nei miei ricordi quella libreria è dipinta con colori diversi rispetto ai colori dei ricordi altrui.
Dopo circa quattro anni, mentre mi trovavo davanti al bar Condorelli, un altro mio posto del cuore, guardandomi di lato ho visto le vetrate di un negozio coperte da carta con stampato un logo che riconoscerei tra mille, e poi la scritta che recitava: “Mondadori Bookstore prossima apertura”.  Mi sono detta: “Sto sognando”.  Ma no, non stavo sognando, era tutto vero. Non riuscivo a credere ai miei occhi che brillavano e allo stesso tempo erano lucidi per la felicità. La libreria della mia infanzia era tornata di nuovo nella mia città.
E sabato 24 novembre non potevo mancare ad un evento che per me era epocale, quasi una rinascita: l’inaugurazione della Mondadori ad Acireale in via Oreste Scionti di fronte al bar Condorelli. Due capisaldi dalla mia infanzia uno davanti all’altro. Non potevo sognare di meglio!
Anche se solo per poco tempo, già questo luogo è stato occasione di bellissimi incontri ed emozioni che mi hanno portata a sognare. In mezzo a scaffali di libri ho avuto modo di respirare un’atmosfera che ai giorni nostri diventa sempre più rara. Lettori appassionati, scrittori, figure istituzionali o semplici curiosi, dai bambini ai più grandi, tutti accomunati dall’amore per la cultura che i libri, più di ogni altro mezzo comunicativo, sanno esprimere.
È proprio vero che le cose belle arrivano proprio quando meno li aspettiamo. E credo che sia un bellissimo regalo per tutti coloro che come me amano guardare una vetrina di libri e annusare l’odore della carta. Per questo vorrei dire un grazie di cuore a coloro che hanno riportato nella nostra città una realtà culturale storica monumentale come quella di casa Mondadori.

Eugenia Castorina

You must be logged in to post a comment Login