Acireale / Ricordata allo Scientifico Archimede la figura del preside Giuseppe Bianca. Le testimonianze dei tre figli

Giuseppe Bianca: un uomo che ha fatto della cultura la sua vita, un uomo che ha lasciato un ricordo indelebile a quanti hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Ricordare questo insigne studioso è stato l’obiettivo dell’incontro svoltosi nella sala conferenze del liceo scientifico Archimede di Acireale. Relatore il professore Giuseppe Bertagna, ordinario di Pedagogia generale e sociale e direttore del Dipartimento di Scienze umane  e sociali dell’Università degli studi di Bergamo che, non potendo essere presente, ha inviato un video messaggio elogiando la figura di pedagogista del professore Bianca.

Da sx: Vecchio, Zito, Di Stefano e Blasco

Altro relatore, il professore Salvo Distefano, docente di Storia e Filosofia  e presidente dell’associazione Studi storico-filosofici che ha relazionato su “ La natura  e l’educazione”, perché l’educazione trasforma l’uomo e trasformandolo ne costituisce la natura.
Moderatore dell’evento il professore Giovanni Vecchio che, dopo i primi due interventi, ha dato la parola al relatore monsignor Gaetano Zito, Rettore della chiesa di San Nicola l’Arena del monastero dei Benedettini di Catania, che ha trattato il tema “Le sfide dell’educazione oggi”.
Ricordando il professore Bianca, anche nel suo ruolo di preside dell’istituto Archimede, erano presenti in sala pure i dirigenti scolastici che nel corso degli anni si sono succeduti in questo incarico: oltre al già menzionato professore Vecchio, i presidi Casimiro Nicolosi, Lorenzo Marotta e l’attuale dirigente scolastico Riccardo Blasco, che ha salutato il pubblico presente in sala ricordando  l’illustre collega.

Da sx: il prof. Vecchio e i tre figli del preside Bianca

Ma sicuramente il momento più coinvolgente della serata è stato l’intervento dei tre figli del professore Bianca, Massimo, docente universitario, Tommaso, medico e Zina insegnante e preside come il padre. Tutti lo hanno ricordato con immenso amore raccontando aneddoti di famiglia ma anche la carriera professionale del loro genitore che, da laureato in giurisprudenza, svolse la professione forense con successo fino a quando decise di dedicarsi ad un’altra sua grande passione, cioè l’insegnamento e gli studi pedagogici.
La giovane Francesca Sciacca, vero talento nel panorama musicale acese, ha allietato i presenti eseguendo brani di sua composizione al pianoforte.
A conclusione di serata gli interventi dei rappresentanti del territorio dell’UCIIM di Acireale e Catania (unione cattolica italiana insegnanti, dirigenti, educatori e formatori) , dell’AIMC (associazione italiana maestri cattolici) e dell’associazione Pedagogica italiana.
La professoressa Anna Bella, nel suo interessante e preciso intervento, ha delineato la figura del preside Bianca umanamente e professionalmente.

Gabriella Puleo

Please follow and like us:
Posted by on 4 gennaio 2018. Filed under Acireale,Comuni,Cronaca,Cultura,In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
27 + 18 =