Acireale / Testimonianze di stima e affetto ai funerali di padre Alfio Cantarella, direttore dell’istituto San Michele

Nella stupenda chiesa dell’Oratorio di San Filippo Neri, la mattina dell’11 febbraio sono state celebrate le esequie del direttore dell’Istituto San Michele, nonché rettore della chiesa di Santa Maria dell’Aiuto, P. Alfio Cantarella, uomo di spiccata personalità cristiana, educatore eccellente, dedito ai giovani dagli inizi della sua vita sacerdotale e corrisposto con amore dagli allievi.
La chiesa era palpitante di anime, che onoravano con la loro semplicità l’amato P. Cantarella, deposto in una bara ricolma dei fiori dei ragazzi dell’Oratorio e dell’Istituto scolastico.

 La Santa Messa, con austera omelia, è stata celebrata dal  vescovo mons. Antonino Raspanti. Nella concelebrazione, il Vicario diocesano, P. Giovanni Mammino; tutti i Padri dell’Oratorio, P. Adriano Castagna da Palermo, il Preposito P. Salvatore Alberti, P. Dino Magnano, P. Luciano Bella, P. Calogero Frisenda ; i Rettori delle Basiliche: Maria SS. Annunziata, don Mario Fresta; San Sebastiano, don Vittorio Rocca;  Santi Pietro e Paolo, don Salvatore Scalia. Presenti anche  il rettore della chiesa di San Vincenzo, P. Vincenzo Castiglione, il parroco di San Paolo, don Sebastiano Raciti e diversi altri sacerdoti della città.
Il sottofondo musicale, per mano della pianista Mariachiara Ardita, era un invito alla preghiera; alcuni canti hanno coinvolto tutti i presenti, specie i  giovani studenti del San Michele. Presenti, il presidente, prof. Rosario Musmeci; la presidente della Confederex, Rosaria Patané Sciuto; il corpo docente con il preside, prof. Giovanni Vecchio: i loro interventi sono stati l’eloquente fulcro delle esequie.

Padre Cantarella e i suoi ragazzi

La figura di P. Alfio Cantarella sembrava che aleggiasse attorno silenziosamente. Dopo la Santa Messa e la benedizione della salma, gli interventi, densi di richiami affettivi, da parte di parecchie persone, tra cui l’ex alunno Nando Costarelli, ed attuali alunni, che per motivi contingenti s’incontravano più o meno quotidianamente con P. Cantarella, di cui vengono  esaltate le virtù, anche con specifici ricordi.
Rosario Trovato, l’intrepido animatore dei bambini e dei ragazzi dell’Oratorio, è riuscito a evidenziare la simbiosi che legava P. Cantarella ai gruppi giovanili dell’Oratorio.
Le esequie hanno esaltato la santità della vita quotidiana dell’intramontabile P. Alfio Cantarella.

                                                       Anna Bella