Acireale / Tornano il 25 e 26 marzo le Giornate Fai di Primavera. Visitabile tutto il centro storico con le mini-guide delle scuole

Sabato 25 e domenica 26 marzo tornano puntuali le Giornate di Primavera organizzate dal Fai, il Fondo per l’Ambiente Italiano.

L’evento, giunto alla sua 25^ edizione, è stato presentato in questi giorni in tutta l’Italia e, in particolare per Acireale, il 21 marzo – primo giorno di primavera – nella sala stampa del Comune, con la partecipazione della delegata provinciale Antonella Mandalà e della responsabile locale Loredana Grasso, alla presenza del sindaco Roberto Barbagallo e dei rappresentanti di tutte le scuole acesi coinvolte nell’iniziativa, che forniscono, come sempre, gli “apprendisti ciceroni”, le mini-guide che impeccabilmente illustrano ai visitatori la storia, le bellezze architettoniche e tutti i particolari che servono a conoscere meglio e far gustare i beni aperti per l’occasione.

Le Giornate Fai di Primavera hanno infatti lo scopo di far conoscere beni artistici e naturalistici che negli altri giorni dell’anno sono chiusi o difficilmente fruibili, e quest’anno per Acireale sarà un’occasione speciale, perché si potrà visitare e ammirare tutto il centro storico tra piazza Lionardo Vigo e piazza Duomo, a partire dal chiosco ligneo in stile liberty restaurato qualche anno fa proprio grazie ai contributi del Fai, che lo elesse “luogo del cuore”.

Uno dei luoghi da visitare: palazzo Costa Grimaldi, in piazza Duomo, che ospita la mostra dedicata a Rossella Leone

I luoghi aperti nelle due intere giornate e visitabili con l’assistenza delle mini-guide saranno quindi la basilica di San Sebastiano, la chiesa dell’Arcangelo Raffaele, l’Oratorio dei Padri Filippini; la piazza Duomo con il Palazzo di città, la basilica dei santi Pietro e Paolo ed il palazzo Costa Grimaldi, sede del Credito Siciliano nella cui galleria è in atto ospitata la mostra d’arte contemporanea dedicata a Rossella Leone (anch’essa, chiaramente, visitabile nel contesto della manifestazione). Inoltre i soci Fai potranno visitare, in esclusiva, l’artistico palazzo Fiorini, in via San Carlo.

Le scuole coinvolte vanno dalle primarie alle superiori, e sono gli istituti comprensivi “Galileo Galilei”, “Giovanni XXIII”, “Paolo Vasta” e “Vigo Fuccio – La Spina”; il liceo classico “Gulli e Pennisi”, lo scientifico “Archimede”, l’istituto “Filippo Brunelleschi” e l’istituto “Galileo Ferraris”; inoltre le scuole paritarie “San Luigi” e “Lyceum Linguistico”. Alcune di queste scuole hanno anche approntato delle estemporanee e delle piccole rappresentazioni storiche che presenteranno ai visitatori. Grande sarà anche, naturalmente, per la buona riuscita dell’evento, l’impegno dei volontari del Fai e dei docenti delle varie scuole.

Nino De Maria

 

Please follow and like us:
Posted by on 23 marzo 2017. Filed under Acireale,Ambiente,Appuntamenti,Comuni,homepage,In evidenza,Iniziative,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
39 ⁄ 13 =