Acitrezza / Con un cocktail di fede, tradizione e cultura si è conclusa la festa della Madonna della Buona Nuova

Si è conclusa  ad Aci Trezza la due giorni di festeggiamenti in onore della Madonna della Buona Nuova. L’applaudito spettacolo pirotecnico di chiusura ha suggellato un’edizione della festa che sarà facilmente ricordata nella storia del borgo marinaro, per i numerosi momenti di fede, tradizione e cultura che ha ancora una volta espresso.
A cominciare dalla luminaria che è stata realizzata sul faraglione grande e che, grazie alle condizioni meteo stavolta particolarmente clementi, ha attirato numerosi visitatori che l’hanno apprezzata e condivisa con i loro scatti divenuti virali negli ormai immancabili post “social”.
Una ricorrenza, quella che tradizionalmente si tiene il primo week end di settembre, che quest’anno è stata dedicata a don Marcello Zappalà,
attuale parroco della parrocchia santissimo Salvatore di Acireale, ma soprattutto trezzoto doc. A lui, le comunità parrocchiali di Aci Trezza,
guidate da don Carmelo Torrisi hanno voluto rivolgere un caloroso augurio per i primi 10 anni di sacerdozio, durante le sante messe che lo
stesso don Marcello ha celebrato nelle due chiese trezzote.
La grande partecipazione che si è registrata in occasione delle celebrazioni eucaristiche, si è anche manifestata per le vie del paese nel corso della processioni del simulacro della “Nova” sul fercolo, concluse con le tradizionali “corse” fino a piazza Giovanni Verga e allietate dalla presenza dei corpi bandistici.
Uno dei momenti più suggestivi della festività mariana, come sempre, è stato però l’omaggio floreale che le parrocchie trezzote insieme alla Commissione per i festeggiamenti, nonchè l’amministrazione comunale con in testa il vice sindaco Ezia Carbone, hanno voluto rinnovare con il
consueto seguito di imbarcazioni.
Adesso, come sempre, l’antico simulacro della Madonna rimarrà esposto alla venerazione sull’altare maggiore fino al 24 settembre, quando verrà
riposto nella sua cappella situata nella navata laterale della chiesa madre di San Giovanni Battista.

D.B.

Please follow and like us:
Posted by on 7 settembre 2017. Filed under Aci Castello,Chiesa,Comuni,Cronaca,Diocesi,In evidenza,Spiritualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
10 × 26 =