Arte e fede / “La gloria di S. Sebastiano” dell’ associazione Coriandolata in mostra ad Acireale fino al 20 gennaio

La festa acese dedicata a San Sebastiano è fra le più conosciute della
Sicilia. Da quasi 500 anni, nella città barocca dai cento campanili,
devozione e tradizioni si mescolano nel nome del Santo Guerriero dando
vita a momenti irripetibili.
Tante anche le attività collegate a questa festa e quest’anno, l’associazione culturale Coriandolata®, è stata invitata dall’associazione “Arte e Tradizione” a prendere parte alla prima mostra d’arte intitolata “Sebastós: l’arte tra fede e folklore”.
Per l’occasione è stata realizzata l’opera intitolata “La Gloria di San
Sebastiano” (3,5 x 1,5 mt), possibile da ammirare presso la
centralissima chiesa di San Benedetto (Acireale) in via Davì sino alla
mezzanotte del 20 gennaio.

L’affresco nella cappella della Basilica di S. Sebastiano

La scelta del soggetto nasce da un’accurata ricerca intrapresa dai posatori e dai ragazzi di Arte e Tradizione; la scelta è ricaduta sull’affresco barocco di Pietro Paolo Vasta che riveste la volta sovrastante l’altare maggiore della Basilica Collegiata di San Sebastiano in Acireale.
Un affresco corale che è ben distinguibile per grandezza e ricchezza di
personaggi, ma che è stato poco studiato nei particolari e nella sua
complessa struttura. L’opera è stata realizzata nel 1732 quando al
pittore, di ritorno dagli studi compiuti a Roma, furono commissionati
gli affreschi della chiesa dopo aver vinto l’appalto ai danni di un
altro pittore acese Venerando Costanzo.

L’opera della Coriandolata

Le tecniche pittoriche conseguite a Roma dal Vasta furono adottate nel
ciclo di affreschi presenti nella Basilica di san Sebastiano che narrano
le  vicende del martire centurione. L’affresco della volta chiude la
serie dei riquadri che raccontano gli episodi importanti della vita di
san Sebastiano: “Il martirio delle frecce”, “San Sebastiano curato dalle
pie donne”, San Sebastiano ricevuto da Papa Caio”, “San Sebastiano
incontra Diocleziano”, “Il martirio a colpi di bastone” e appunto “La
gloria di San Sebastiano”.
L’associazione Coriandolta® si prepara alle prossime attività. A tal
proposito chiunque volesse avvicinarsi e conoscere meglio quest’arte,
può farlo  contattando le pagine social (Facebook, Instagram e YouTube).
Inoltre è partita una campagna denominata #sostengolacoriandolata2020
volta a supportare la trasferta nipponica del sodalizio acese in vista
del Congresso Mondiale delle Arti Effimere; chiunque volesse aderire può
contattare la segreteria alla mail info@coriandolata.it.