Giuseppe Vecchio

La Tv che cambia / Specchio della politica, il talk show è febbricitante

  Il talk show è morto, viva il talk show. La stagione televisiva che va a concludersi, ha emesso il suo verdetto: il talk show ha l’affanno, spesso ha delle crisi convulsive, da genere di sinistra televisiva è stato occupato militarmente dalla destra televisiva, da piazza di sinistra ha aperto a tutte le altre piazze…

“Difendiamo i nostri figli” / Un milione di persone, in piazza a Roma, contro la teoria del “gender”

  Un milione di persone da tutta Italia ha accolto l’invito del Comitato ”Difendiamo i nostri figli”. Unica nota stonata un’affermazione di Kiko Argüello. La replica di don Ivan Maffeis, portavoce della Cei: ”Nel suo intervento Argüello si è reso protagonista di una caduta di stile gratuita e grave. Contrapporre il Papa alla Cei e,…

Voci sopra le righe / Pane e “nutella” certezza italiana, attacco a vuoto francese

  Giorno dopo giorno, i racconti di cronaca si sommano, restituendoci un’immagine del nostro Paese sempre più incerta e sbiadita. Al netto della “crisi” persistente (che non è soltanto economica) e del malaffare omnipervasivo, sembrano ormai veramente pochi i punti fermi che accompagnano lo scorrere della quotidianità del popolo italiano. Forse, resistono ancora alcuni “simboli”…

Le vergogne della storia / I muri anti-uomo non finiscono mai: l’Ungheria brutta ultima

Un muro, in fin dei conti, non lo si nega a nessuno. E nel caso se ne fosse sprovvisti, si procede, mattoni, cemento e cazzuola alla mano. Così il governo ungherese, forse invidioso dei tanti, troppi muri ancora presenti nel mondo – da Cipro a Belfast, fino a Betlemme, Ceuta e Melilla o alla frontiera…

Migranti e solidarietà / A Roma Tiburtina “Non una tendopoli e nemmeno un campo profughi”

  Un racconto in presa diretta dal campo di accoglienza allestito dalla Croce Rossa Italiana. La vita scorre tranquilla, in attesa dell’occasione per ripartire verso il Nord Europa. Un occhio di riguardo per i bambini: sarà allestita per loro una ludo-tenda. Si pensa anche ad un piccolo luogo di culto. Una gara di solidarietà silenziosa…

“Laudato si'” e dintorni – 1 / In libreria l’edizione commentata de “La Scuola”

In libreria l’edizione commentata al testo da specialisti: il vescovo teologo Bruno Forte, il biblista Piero Stefani, il filosofo cattolico Dario Antiseri e il filosofo non credente Salvatore Natoli, lo storico Roberto Rusconi, il pedagogista Fulvio De Giorgi, il giornalista Giovanni Santambrogio, l’italianista Piero Gibellini. Una guida completa che offre  tutte  le chiavi  per interpretare un documento…

Evitata l’emergenza / Al Passo del Brennero per i migranti una tappa senza tensioni

  Ha funzionato l’opera di prevenzione informativa condotta dalle Forze di polizia, della Protezione civile e anche dal volontariato altoatesino. Ai migranti era stato comunicato in anticipo che avrebbero raggiunto il valico rischiando di dover passare qualche giornata al freddo in condizioni difficili. Garantiti cento posti letto e una buona assistenza in attesa del passaggio…

Maturità 1 / Da Calvino a Malala, argomenti alla portata di tutti

  Resistenza, diritto all’educazione, nuove tecnologie nella vita quotidiana: sono i tre nuclei delle prove. Le tracce hanno punti di riferimento comuni a testimonianza che quest’anno si è privilegiata la coesione. Resistenza, diritto all’educazione, le nuove tecnologie nella vita quotidiana: sono i tre nuclei delle prove di maturità 2015. Rappresentano la sostanza che alimenta la…

Da domani il Ramadan / Un mese di digiuno e preghiera, tanti i musulmani lontani da casa…

  Inizia domani il sacro mese del Ramadan. Dall’Indonesia al Marocco sono quasi un miliardo e mezzo i musulmani coinvolti nella sua celebrazione. In Italia inizierà all’alba di giovedì 18 giugno e coinvolgerà nella Penisola un milione e cinquecentomila musulmani. È il mese del digiuno rituale, dall’alba al tramonto. È il mese interamente dedicato a…

Energia & politica / La partita del gas vede in vantaggio la Russia di Putin

  Crescono le preoccupazioni fra le cancellerie europee ben consapevoli della sfida energetica che si gioca nel Continente. La possibile firma del protocollo d’intesa tra Tsipras e Putin per il passaggio sul suolo greco del gasdotto Turkish Stream, è solo un segnale della complessità degli interessi in gioco. Non solo economici, ma anche geo-politici. Cresce…