Azienda ospedaliera Cannizzaro | Avviato un progetto per donare parrucche alle donne in chemioterapia

 

Cannizzaro parrucche a donne in  chemioterapiaLa prima parrucca “riciclata” è stata donata stamattina a una signora in chemioterapia -spiega un comunicato stampa dell’Azienda ospedaliera Cannizzaro-, che proprio a causa delle cure ha perso i capelli. Come lei, altre donne malate di cancro potranno beneficiare dell’iniziativa di solidarietà dell’associazione Ottaviano onlus, avviata in occasione della Giornata della donna e realizzata in collaborazione con l’Unità Multidisciplinare di Senologia dell’Azienda Cannizzaro, il Punto Informativo Oncologico dell’ospedale e l’Andos comitato di Catania.
Il progetto “A te non serve più… ricicliamo”, presentato il 6 marzo nella sede del P.I.O., è rivolto alle donne che hanno già affrontato la chemio, perché possano regalare la loro parrucca inutilizzata a chi non può permettersene una nuova. Come hanno testimoniato alcune pazienti, alla presenza tra gli altri del direttore della Radioterapia Francesco Marletta e di tante volontarie dello sportello oncologico, non si tratta di un vezzo: le cure chemioterapiche, infatti, comportano caduta dei capelli e altri cambiamenti che alterano profondamente l’aspetto fisico. «Per la donna ammalata di tumore – spiega la dott.ssa Francesca Catalano, direttore della Senologia del Cannizzaro – la parrucca è fondamentale per migliorare la percezione di sé e recuperare l’idea di futuro. Questo progetto chiude il percorso senologico che parte dalla prevenzione e arriva alle cure chemio e radioterapiche, senza mai tralasciare l’aspetto psicologico della paziente».
«L’invito è rivolto alle donne che hanno superato la malattia e magari tengono una parrucca chiusa nell’armadio, affinché possano farne dono ad altre che vivono lo stesso dramma», dice Maria Leonardi, presidente dell’associazione Ottaviano, che si avvarrà dell’opera volontaria di una parrucchiera per rendere utilizzabile la parrucca riciclata. Chi vuole fare una donazione -conclude il comunicato-, può contattare Ottaviano Onlus telefonicamente (3351605066) o rivolgersi al P.I.O. dell’ospedale Cannizzaro attivo ogni giorno presso la Radioterapia (edificio R, tel. 0957264015), dove l’associazione sarà presente il mercoledì mattina a partire dalle 9.

Please follow and like us:
Posted by on 9 marzo 2014. Filed under Cronaca,In evidenza,Iniziative,Salute,Società,Solidarietà. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
10 × 24 =