Azione Cattolica / Assemblea diocesana: la corresponsabilità dei laici per la parrocchia, la famiglia e la città. Gli eletti

Sabato 15 e domenica 16 febbraio si è svolta presso il seminario vescovile di Acireale la XV Assemblea elettiva diocesana di Azione Cattolica sul tema “Laici e/è corresponsabilità:

abitare la città per vivere in pienezza la chiesa”, durante la quale i delegati dei gruppi parrocchiali di AC della diocesi hanno discusso e approvato il documento programmatico per il triennio 2014-2017 e hanno eletto i membri del nuovo consiglio diocesano di AC.

Il documento assembleare discusso dai delegati parrocchiali è stato incentrato sulle cinque scelte di fondo che caratterizzano il laico di AC, e sui tre ambiti (parrocchia, famiglia, città) nei quali l’associazione vuole impegnarsi per rendere concrete queste scelte.

Nel pomeriggio di sabato si sono riuniti anche i rappresentanti parrocchiali dei giovanissimi e dei ragazzi dell’ACR, che per la prima volta hanno preso parte attiva ai lavori assembleari discutendo un paragrafo del documento a loro dedicato ed eleggendo i propri rappresentanti per l’Assemblea regionale AC di marzo.

Domenica l’assemblea, presieduta da Barbara Sgroi, segretaria del Consiglio pastorale diocesano e della Consulta delle aggregazioni laicali, ha ascoltato con interesse l’intervento del delegato nazionale di AC Carmine Gelonese e il discorso del presidente uscente Ninni Salerno, il quale ha ribadito la differenza tra vivere e difendere la fede: “dobbiamo impegnarci a vivere un’esperienza laica di fede e di relazione, che ci metta in rapporto con Cristo. Alla base ci deve essere la voglia, la capacità e il dovere di formarci. Solo così possiamo pensare di vivere in maniera fruttuosa accanto ai sacerdoti e poter proporre un’AC bella e concreta”. Gelonese ha invece ricordato come l’AC sia “una delle poche realtà, a livello ecclesiale e sociale, che sa rinnovarsi, immettere linfa nuova, dando contemporaneamente continuità con nuovi responsabili che non ricominciano da zero, ma condividono con gli uscenti una storia e un impegno. Questo – ha aggiunto – ha molto da dire oggi alla nostra società”.
Dopo gli interventi e l’approvazione del documento assembleare, i delegati parrocchiali hanno eletto i nuovi consiglieri diocesani.

L’assemblea è stata conclusa dall’intervento di mons. Antonino Raspanti che prima della preghiera finale ha voluto sottolineare l’impegno educativo e missionario dell’AC, raccomandando una particolare cura verso i giovani e i fanciulli. Il primo impegno del nuovo consiglio sarà quello di proporre una terna di nomi al Vescovo che sceglierà, tra questi, il nuovo presidente diocesano di AC. Per informazioni si può consultare il sito www.acirealeac.it.

Alberto Rapisarda

Please follow and like us:
Posted by on 5 marzo 2014. Filed under Chiesa,Cronaca,Cultura,In evidenza,Iniziative,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
11 − 4 =