Belpasso / Inaugurati dal sindaco Caputo tre nuovi laboratori per i carri allegorici di Santa Lucia

Il sindaco, Carlo Caputo, ha inaugurato i tre nuovi laboratori artigianali realizzati dal Comune e destinati ​all’allestimento dei tradizionali Carri allegorici di Santa Lucia. Le nuove costruzioni sono sorte su un terreno di proprietà comunale, sito alle spalle dell’Isola ecologica, lungo la strada provinciale Belpasso-Camporotondo.
Alla cerimonia di inaugurazione – informa una nota del Comune – hanno preso parte, oltre al primo cittadino, gli assessori (tra i quali l’assessore ai Lavori pubblici Davide Guglielmino, che ha seguito l’evolversi delle opere) e diversi consiglieri comunali; presenti inoltre il presidente della Fondazione dei Carri di Santa Lucia, Tonino Girgenti; padre Pasquale Munzone, parroco della parrocchia Corpus Domini di Palazzolo, che ha benedetto i laboratori; numerosi “addetti ai lavori”, gli artigiani che lavorano ai Carri di Santa Lucia.
«Questo è un progetto per noi molto importante – ha dichiarato il sindaco Caputo – che parte da molto lontano, diversi anni fa, quando questi laboratori erano stati finanziati ma poi il denaro finì utilizzato per altre esigenze. Noi abbiamo ripreso il progetto perché riteniamo che le tradizioni non possano attendere. Quella dei carri di Santa Lucia è una tradizione che merita di essere valorizzata e i laboratori daranno dignità e valenza alla manifestazione, con strutture di valore grazie alla quale i maestri carristi saranno adeguatamente supportati nel loro lavoro. Per la prima volta un’Amministrazione comunale investe una somma così importante per la tradizione dei Carri: abbiamo scelto un’area già destinata a zona artigianale e l’obiettivo per il futuro è di collocare qui tutti gli opifici per i carri allegorici, così da renderli anche fruibili ai visitatori».
I tre laboratori artigianali, costati 329.000 euro, sono stati affidati con un appalto integrato che ha previsto sia la progettazione che l’esecuzione dei lavori. Ad aggiudicarsi la gara, il 14 settembre 2016, un’associazione temporanea di imprese con capofila la Roma Srl di Catania, amministrata da Roberto Di Giunta. La posa della prima pietra in cantiere era avvenuta il 5 dicembre 2016.
Gli edifici, capannoni artigianali idonei a ospitare i carri-rimorchio sia durante le varie fasi di lavorazione e montaggio, tra ottobre e dicembre, che per il ricovero e le manutenzioni negli altri periodi dell’anno, sono dotati di impianti elettrici, idrici, portoni automatici, lampade di emergenza, segnalazioni antincendio e impianto fotovoltaico che li rende autonomi dal punto di vista energetico, servizi igienici con acqua calda e vani-spogliatoio.
I laboratori ospiteranno le maestranze dei quartieri Purgatorio, San Rocco e Borrello, che fino ad oggi non disponevano di locali adeguati per la realizzazione dei rispettivi carri allegorici. I quartieri, che hanno preso in consegna i laboratori, inizieranno subito ad utilizzarli per il  completamento delle scenografie e il montaggio sui carri rimorchio. Giusto in tempo quindi per le serate vigiliari di Santa Lucia, l’11 e il 12 Dicembre prossimi, nelle quali si svolgerà la tradizionale “spaccata”, l’esibizione cioè dei carri dei cinque quartieri belpassesi nelle piazze principali della città.

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 2 dicembre 2017. Filed under Comuni,Cronaca,Economia,In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
16 × 27 =