Calcio / Brava Italia, vittoria di carattere: 3-1 ad Israele

pelle-gol-e1473104137220Al primo appuntamento ufficiale per il lungo cammino verso i campionati di calcio in Russia del 2018, l’Italia guidata dal nuovo C.t. Giampiero Ventura supera Israele nel girone G di qualificazione per 3-1, grazie alle reti siglate da Graziano Pellè, Antonio Candreva e Ciro Immobile.

L’avversario è modesto e la prova degli azzurri al Sammy Ofer di Haifa fino al primo grave errore di Chiellini, sembra assolutamente convincente. Funziona più che bene il 3-5-2 già proposto da Ventura nella partita persa contro la Francia. La manovra è rapida, la difesa (a parte lo svarione del difensore bianconero) è un muro come sempre, a centrocampo Verratti illumina il gioco, mentre Antonelli e Bonaventura si muovono ottimamente sulle fasce. Sul fronte d’attacco, puntuale come sempre l’intesa tra Eder e Pellè, ancora una volta in rete con la maglia della nazionale. Al 10′ del secondo tempo, l’espulsione di Chiellini rischia di compromettere il match, ma l’Italia riesce con carattere e astuzia a spuntarla. Decisivo l’ingresso di Ciro Immobile al posto di Eder al 25′ del secondo tempo.

Primo Tempo

Partono forte gli azzurri che dopo appena tredici minuti di gioco trovano la rete del vantaggio: a ridosso dell’area di rigore Verratti vede l’inserimento di Antonelli sulla sinistra che riceva il pallone e mette al centro dove Pellè appoggia comodamente in rete. La nazionale guidata da Levy Elisha prova a reagire, ma senza mai riuscire ad affacciarsi dalle parti di Buffon. Al 30′ di gioco gli azzurri trovano la rete del raddoppio. Il merito è tutto di Giacomo Bonaventura che si invola come suo solito nella fascia sinistra, punta l’avversario che lo stende in area di rigore. Il direttore concede il penalty senza esitare e altrettanto deciso si mostra Candreva dal dischetto, bravo a spiazzare l’estremo difensore israeliano. Il match sembra essere già in cassaforte e gli azzurri finiscono  per eccedere in sicurezza. Chiellini sbaglia ingenuamente in fase di disimpegno e la palla finisce sui piedi di Ben Haim che accorcia le distanze, scavalcando Buffon con un meraviglioso pallonetto da fuori area. Ventura si infuria giustamente in panchina e il match diventa improvvisamente disordinato. L’ultimo sussulto della prima frazione di gioco è il colpo di testa di Pellè che allo scadere del minuto di recupero chiama alla grande parata il portiere Goresh, abilissimo a negare la doppietta al centravanti azzurro.

Secondo Tempo

Anche nella seconda frazione di gioco l’Italia inizia bene.  Scorrono appena due giri d’orologio quando Bonucci pesca Eder con un lancio perfetto che l’attaccante dell’Inter non finalizza per poco in rete con un bel pallonetto da fuori area. Al 54′ la serata no di Chiellini si trasforma in horror. Fallo ingenuo e cartellino rosso per doppia ammonizione. Ventura è costretto a ridisegnare la formazione e nello spazio di pochi minuti Bonaventura lascia il posto a Ogbonna, mentre Florenzi scende in campo al posto di Candreva. La nazionale israeliana inizia a credere sul serio al pareggio e gli azzurri non riescono più a proporre gioco. Israele si avvicina diverse volte verso l’area di rigore azzurra e al 66′ Buffon evita la rete del pareggio. Il portierone azzurro prima respinge un po’ goffamente sul tiro da fuori di Kehat, ma sulla ribattuta compie un miracolo sulla conclusione angolata di Zahavi.  L’Italia sembra stremata e a venti minuti dal termine Ventura manda in campo Immobile al posto di Eder. Ed è proprio la punta della Lazio che nel momento peggiore dell’Italia sigla la rete del 3-1 con un gran tiro ad incrociare dopo l’intelligente sponda di testa di Pellè. Lo stesso Immobile avrebbe sui piedi all’86’ la palla del 4-1, ma la sua conclusione si spegne sul fondo. Nei minuti finali non succede più nulla, l’Italia controlla, Israele si rassegna alla sconfitta.

Tre punti fondamentali conquistati con sudore, tanta fatica e un pizzico di fortuna. I primi dell’era Ventura alla guida della nostra nazionale che, insieme con la Spagna, si ritrova meritatamente a bottino pieno nel girone G di qualificazione verso Russia 2018.

Gabriele Pulvirenti

Il Tabellino

Israele-Italia 1-3

MARCATORI: Pellè (It) al 14, Candreva (It) su rigore al 31′, Ben Haim (Is) al 35′ p.t.; Immobile (It) al 38′ s.t.
ISRAELE (4-2-3-1): Goresh; Ben Bitton, Tibi (dal 5′ s.t. Gershon), Tzedek, Davidzada; Nir Biton (dal 12′ s.t. Atzily), Yeini; Ben Haim (dal 17′ s.t. Kehat), Kayal, Zahavi; Hemed. (Harush, Kleyman, Dasa, Natcho, Dabbur, Einbinder, Magharbeh, Saief, Golasa). All. Levy
ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva (dal 22′ s.t. Florenzi), Parolo, Verratti, Bonaventura (dal 18′ s.t. Ogbonna), Antonelli; Pellè, Eder (dal 25′ s.t. Immobile). (Donnarumma, Marchetti, De Sciglio, Astori, Montolivo, Pavoletti, Bernardeschi, Gabbiadini, Rugani). All. Ventura
ARBITRO: Karasev
Please follow and like us:
Posted by on 5 settembre 2016. Filed under In evidenza,Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
9 × 19 =