Calcio Catania / Domato anche il Cosenza. Quarta vittoria per i rossazzurri

Il Catania sembra aver ingranato la quarta scrollandosi di dosso uno dei problemi atavici delle ultime stagioni: la vittoria fuori casa. Un Catania cinico quanto basta, plasmato ad arte da Mister Lucarelli, che torna a casa con tre punti in saccoccia utilissimi in chiave classifica e che dà morale e forza a tutto il gruppo.

Lucarelli si presenta al “San Vito-Marulla” con Mazzarani e Ripa in attacco mentre la regia è affidata a Lodi. Dei tanti ex di questa partita tra gli etnei, parte titolare solo in mezzo alla difesa Tedeschi. I padroni di casa rispondono con un Baclet terminale offensivo supportato da Stalella, Mungo e Caccavallo. In difesa rispetto a Siracusa fuori Pascali e dentro Dermaku insieme ad Idda centrali.

Pronti via ed il Cosenza trema dopo soli 3 minuti. Mazzarani riceve in area dalla destra ma il suo tap-in è debole. Sono le prove generali del gol che arriva al 10′. Sempre dalla destra Djordjevic mette un pallone alto, Perina esce di pugno malissimo lasciando la palla sul dischetto dove Mazzarani ben appostato non può sbagliare. L’immediato svantaggio fa temere il peggio ma il Cosenza incassa il colpo e cerca di ripartire alla ricerca del pareggio ma Dermaku, ben imbeccato in area da Caccavallo, manda alto. Prima dell’intervallo ci provano Bruccini e Caccavallo ma nella prima occasione la mira del centrocampista calabrese è imperfetta mentre sul sinistro del numero 10 locale, Pisseri blocca facile.

Nella ripresa il primo affondo è firmato da Mungo con la palla che sibila alla sinistra del palo. Pochi minuti dopo Baclet chiede un rigore per una trattenuta di Aya ma il signor Dionisi non vede gli estremi per decretare il penalty. Occasionissima per il Cosenza intorno alla mezz’ora quando sugli sviluppi di un angolo, D’Orazio appostato sul secondo palo prova la spettacolare rovesciata ma Pisseri in volo nega la gioia del gol al difensore Bruzio. E’ il momento migliore dei padroni di casa che creano ancora un grosso pericolo alla difesa etnea chiusa a riccio ormai. Loviso, entrato al posto di Calamai, su punizione mette un pallone invitante sulla testa di Idda che però arriva con qualche secondo di ritardo e sfiora soltanto mandando la sfera a lato da ottima posizione.

Molto soddisfatto più del risultato che del gioco Cristiano Lucarelli che analizza così la vittoria del Catania. “Il Cosenza ci ha messo in grande difficoltà ma la mia squadra ha gestito bene anche il momento difficile e portiamo a casa tre punti importanti. Avevamo preparato la partita come i primi venti minuti poi il gol forse ci ha un po rallentato psicologicamente.” 

 

Please follow and like us:
Posted by on 1 ottobre 2017. Filed under Cronaca,homepage,In evidenza,Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
24 ⁄ 12 =