Caltanissetta / Venerdì 20 Aiposs incontra gli Operatori socio sanitari della Sicilia. La presidente Laura Mantione: “Bisogna potenziare la Sanità”

Laura Mantione

Venerdì 20 aprile “Aiposs” – Associazione italiana professionisti socio sanitari – incontra gli “Oss” – Operatori socio sanitari – a Caltanissetta nella Casa delle culture e del volontariato, via Xiboli, 310.
Alle 15, 30 la presentazione di “Aiposs”, alle 17,30 l’incontro con gli associati. Relatrice Elisa Cacciato.
Obiettivo principale valorizzare la figura dell’ operatore, metterlo in campo, riunire tutti gli operatori socio sanitari della Sicilia.
Abbiamo incontrato la presidente dell’Aiposs, Laura Mantione, e le abbiamo posto qualche domanda per conoscere di più l’associazione, la sua storia e l’iniziativa.

Come nasce “Aiposs”, da quale idea?
“Nasce dalla mia esperienza positiva e negativa; mi ritrovai con mia madre in un reparto di pneumologia. La situazione stava degenerando, la portai in ospedale. Con mia madre avevo un bellissimo rapporto. Ero formata, avevo fatto il tirocinio, e quando ho chiesto di restare nella stanza con mia madre mi è stato permesso. Ho messo i guanti ed ho aiutato i medici, gli infermieri, mi sono prestata a loro. C’era davanti una vita, in quel momento sono stata decisa, ho avuto uno sdoppiamento di persona, come figlia e come “Oss”. C’era una vita da salvare, non ho considerato più che era mia madre. Mi sono messa in campo come formazione, non come figlia. Ho assistito al primo arresto cardiaco di mia madre, alla ripresa, all’intubazione, l’ho guardata e mi ha detto cento cose in un uno sguardo di due minuti. Poi il secondo arresto, il coma cerebrale, ed è morta. L’ultimo massaggio cardiaco ho cercato di farlo io, poi sono crollata definitivamente. Mia madre è stata la mia più alta formazione. Un giorno, mentre lavoravo sotto stress, mi sono chiesta: “Ma c’ero io, e gli Oss dov’erano?” Gli “Oss” esistono, ma negli ospedali non ci sono. La nostra professione c’è, ma non siamo valorizzati. Lo scorso ottobre ho creato a Caltanissetta l’associazione, per portare in campo l’Oss. Nel giro di un mese ho creato un gruppo Facebook, “Oss regione Sicilia”, che oggi ha quasi 1200 iscritti”.

Come si svolgerà la giornata del 20?
“Ho creato dei referenti in ogni provincia che mi aiuteranno a parlare di “Aiposs”. Vogliamo uscire dal virtuale. L’associazione è riconosciuta legalmente. La riunione è regionale per tutti gli “Oss” della Sicilia, sarà presentata ufficialmente l’associazione, le idee. Potremmo crearci il lavoro che non c’è”.

Un suo pensiero sulla nostra sanità?
“Mancano i controlli. La regione Sicilia è stata lasciata alla deriva, c’è tutto da riprendere, gli ospedali, mancano gli infermieri, non ci sono gli “Oss” che li possono aiutare dove è possibile farlo. La sanità in Sicilia bisogna ribaltarla, manca il personale. Davanti alla vita di un essere umano non si scherza”.

Graziella De Maria

 

You must be logged in to post a comment Login