Il randazzese Carmelo Carmeni campione mondiale di forgiatura

È Carmelo Carmeni, 41 anni di Randazzo (CT) il fabbro che ha vinto il sesto campionato del mondo di forgiatura disputatosi a Stia nei giorni tra vincitore2--180x140il cinque e l’otto settembre durante la XX Biennale Europea d’Arte Fabbrile .La gara, che ha visto la partecipazione di 200 fabbri provenienti da 20 paesi stranieri,  aveva come tema Plasticità. Il fabbro siciliano con un opera dal titolo“Uno, nessuno e centomila” ha preceduto nella classifica individuale l’austriaco Peter Reisinger e l’italiano Fabrizio Boccingher.
LA SCULTURA –“Uno, nessuno e centomila” è ispirata alla propria terra con nette influenze pirandelliane, da un freddo e insignificante pezzo di ferro Carmelo ha tirato fuori una vera e propria opera d’arte.

GIURIA – I lavori eseguiti sono stati giudicati da una giuria internazionale presieduta dal prof. Paolo Blasi e composta da autorevoli esperti del settore quali Michael Bondi (Stati Uniti), Pavel Tasovsky ( Rep. Ceca), Cristoph Friedrich (Svizzera), Chris Topp (Inghilterra) e Peter Elgas (Germania).

A proclamare campione del mondo 2013 Carmeni, sono stati il sindaco di Stia, Luca Santini e il Presidente dell’Associazione per la Biennale d’Arte Fabbrile, Paolo Caleri, che hanno consegnato il primo premio – una scultura rigorosamente in ferro – all’artista catanese. Sono stati quattro giorni in cui la fantasia, l’esperienza, la fatica e il fuoco hanno creato un’atmosfera unica che sarà ricreata al prossimo appuntamento… fissato per il 2015.

Alessandra Distefano

Please follow and like us:
Posted by on 1 ottobre 2013. Filed under Cronaca,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 ⁄ 14 =