Carnevale di Acireale – 9 / Maschere e testoni: la satira dissacrante della festa più divertente dell’anno

C’è la bella Italia, in sembianze femminili, che fa lo spogliarello delle sue ricchezze imprenditoriali, e c’è anche baby Donald Trump che fa i capricci e gioca con le vite degli stranieri. Poi c’è la maniaca dei selfie, il polpo siciliano insaporito col limone, e il Ciclope che si gode le bellezze naturali della nostra terra. La satira dissacrante del Carnevale di Acireale- si legge in una nota di I Press – quest’anno prende di mira anche la “dormiente” economia nazionale, la mazzata del canone tv, la fuga dei cervelli all’estero e l’esportazione delle armi nei Paesi Arabi.
Ecco i temi rappresentati dalle sette maschere isolate e dai due testoni in concorso per l’edizione 2017. Sono opere più piccole e meno complesse degli imponenti carri allegorici, ma sono un altro ingrediente fondamentale del mix di creatività e maestria artigianale voluto dalla Fondazione Carnevale Acireale, presieduta da Antonio Belcuore. A realizzarle sono infatti le giovani leve della cartapesta, la cui crescente manualità e passione per la tradizione alimentano la storia e il futuro del “Più Bel Carnevale di Sicilia”.
Anche le maschere isolate e i testoni, seguendo i grandi carri lungo il circuito, parteciperanno alle sfilate di oggi e domani pomeriggio, accompagnati da bande musicali e folcloristiche. L’atteso weekend – con il sostegno del Comune di Acireale e del sindaco Roberto Barbagallo – è già cominciato, dopo il vivace venerdì che ha premiato i Bambini in maschera. Alice e Matteo, travestiti rispettivamente da “braciere regale” e cesto di fichi d’india, sono i vincitori del concorso dedicato, a cui hanno partecipato trenta bambini tra i 2 e gli 11 anni. La giuria, che ha donato giocattoli a tutti gli iscritti, ha scelto i costumi più affascinanti seguendo i criteri di originalità, confezionamento e uso dei materiali.
E anche gli adulti, come i più piccoli, si cimentano in travestimenti singolari e divertenti, basta passeggiare già in queste ore per il centro storico di Acireale per incontrare i personaggi più vari. Alle 16 lo start della parata e poi, musica, balli, coriandoli e sorrisi fino a stasera, quando a partire dalle 22, i carri allegorici si trasformeranno in discoteche all’aperto per far ballare il pubblico di tutte le età.

La giornata di domani – domenica 26 febbraio – avrà inizio alle 9,30 con l’esposizione dei carri nelle piazze Duomo e Indirizzo, in attesa della parata di posizionamento prevista per le 11,30. Alle 13 in Piazza Garibaldi “Aspettando… Ballando” – L’orchestra a pranzo. Poi alle 15 il via alla sfilata per un lungo e intenso pomeriggio, fino all’esibizione in Piazza Duomo, alle 21, della cover band di Renzo Arbore “La Luna Rossa Orchestra”. Tra le iniziative collaterali in calendario il Progetto Obiettivo Musica con la partecipazione straordinaria di Luca Madonia (ore 10,30, Villa Belvedere, ex Angolo di Paradiso).
Il calendario completo del “Carnevale di Acireale 2017” è disponibile su www.fondazionecarnevaleacireale.it e sui canali social ufficiali.

Please follow and like us:
Posted by on 25 febbraio 2017. Filed under Acireale,Comuni,Cronaca,In evidenza,Spettacoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
29 × 5 =