Cascia / Una serie di eventi nel 20° anniversario della beatificazione di madre Maria Teresa Fasce

In occasione del 20° anniversario della beatificazione di madre Maria Teresa Fasce, che ricorre sabato 14 ottobre, è previsto un ricco calendario di eventi che vedono il loro esordio il giorno 9 per concludersi il 15 ottobre presso la Basilica Inferiore a Cascia dove è custodita la salma di Maria Teresa. Il programma è così articolato: dal 9 all’11 si terrà un triduo in preparazione della festa della beata; giovedì 12 solennità dell’agostiniana; sabato 14 ottobre si terrà una tavola rotonda su “La Madre. 20° anniversario della beatificazione di Madre Maria Teresa Fasce, l’agostiniana che portò Rita nel mondo”. L’apertura dei lavori è prevista alle ore 17 per concludersi alle ore 20, moderata da Lucia Ascione , giornalista e conduttrice di “Bel tempo si spera” su Tv 2000; approfondiranno il messaggio e la vita della Beata i relatori padre Josef Sciberras, Postulatore generale della Curia Generalizia Agostiniana, sul tema Consacrazione a Dio e santità della Beata Fasce, suora agostiniana di vita contemplativa; Cristina Siccardi, biografa e storica della chiesa autrice di “Maria Teresa, alla conquista di Cascia”, sul tema: Maria Teresa Fasce, la donna forte e la maternità del suo amore; suor M. Giacomina Stuani, monaca agostiniana del Monastero Santa Rita, autrice del libro “Beata Maria Teresa Fasce da Cascia”, monaca di vita contemplativa appartenente alla stessa Comunità monastica della Beata Fasce, sul tema: Maria Teresa Fasce, custode della vita di comunità e innamorata di Santa Rita. Tutto sarà corredato dalla lettura di alcune lettere scritte dalla beata che verranno interpretate dal gruppo teatrale Fups di Cascia. Per ringraziare i presenti la serata si concluderà con una cena a buffet offerta dalle monache agostiniane del monastero di Santa Rita presso l’Hotel delle Rose.

La giornata terminale sarà domenica 15 ottobre,  dedicata alle ex Apette (l’alveare, nato come orfanotrofio, venne fondato dalla Beata nel 1938, è parte integrante del Monastero di Santa Rita, oggi ospita minori in difficoltà. Le Apette, sono ragazze dai 6 ai 18 anni che provengono da tutta Italia e permangono h 24 al suo interno. I Millefiori, invece,  sono ragazzi cresciuti con le famiglie nei pressi di Cascia e vengono ospitati solo durante il giorno dal lunedi al venerdì, quando escono da scuola fino alla sera.) di Valnerina e alla delegazione proveniente da Torriglia, la città dove nacque la suora.

Per dare conferma sull’adesione si può contattare l’ufficio del Santuario di santa Rita tel. 0743/75091 o inviare una email al seguente indirizzo infobasilica@santaritadacascia.org.

Maria Pia Risa

 

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 5 ottobre 2017. Filed under Chiesa,Cronaca,In evidenza,Spiritualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
8 + 6 =