Calcio/ Ancora un successo per il Catania, che batte 5-1 la Virtus Entella al “Massimino” e conquista la seconda vittoria consecutiva

CataniaAncora un successo per il Catania, che batte 5-1 la Virtus Entella al “Massimino” e conquista la seconda vittoria consecutiva.

Sembra funzionare dunque il modulo di Sannino, che conferma il 4-4-2 con cui ha battuto il Vicenza, ma manda Cani in panchina e piazza Rosina al fianco di Calaiò in avanti. Prima si schiera a specchio e affida l’attacco al duo composto da Sansovini e dal catanese Litteri. Il Catania è reattivo sin dalle prime battute e al 12′ Martinho entra in area dalla sinistra e si rende pericoloso con un tiro potente che viene respinto con decisione da Pelizzoli.

I padroni di casa insistono e al 21′ Escalante raccoglie un pallone ai venticinque metri e lascia partire un missile dritto per dritto che viene respinto a fatica da Pelizzoli. Il gol è però nell’aria, e al 22′ lo stesso Escalante segna l’1-0 di testa su calcio d’angolo di Rosina. Gli ospiti provano a reagire subito e un minuto dopo Sansovini riesce a rubare un pallone a pochi metri dalla porta avversaria, superando Frison con un pallonetto leggermente deviato dallo stesso estremo difensore etneo e respinto provvidenzialmente da Peruzzi sulla linea di porta. Il primo tempo non fa registrare ulteriori occasioni degne di nota, ma il Catania chiude in crescendo e guadagna gli spogliatoi tra gli applausi del pubblico presente sugli spalti.

I rossazzurri rientrano in campo con lo stesso piglio e vanno subito in cerca del raddoppio, trovando il 2-0 al 55′ con un gran goal di Rinaudo, a segno con un bolide da fuori area. I rossazzurri non si accontentano e cercano subito la terza rete, sfiorandola ancora con Escalante. L’Entella però non molla e va vicino al gol che può riaprire la partita, ma la difesa etnea si salva in almeno un paio di occasioni. I biancocelesti insistono e al 76′ trovano il goal con Lanini, che insacca di testa svettando su tutti a seguito di un calcio d’angolo. Il Catania non si intimorisce e riprende ad attaccare, guadagnando un calcio d’angolo. Batte Marcelinho a giro e piomba Sauro sul pallone, realizzando il 3-1 per i rossazzurri all’81’.

I liguri spariscono dal campo e il Catania ne approfitta per segnare anche il 4-1, andando in gol con Martinho, che tocca il pallone con la testa su un tiro a botta sicura di Rinaudo. Sembra finita ma c’è tempo pure per il 5-1 dei padroni di casa, che al 93′ completano l’opera con Marcelinho, bravo ad appoggiare in rete un pallone ribattuto da Pelizzoli su tiro di Calaiò. Finisce così, con il Catania che sale a quota 12 punti e supera proprio la Virtus Entella, rimasta a 11.

Please follow and like us:
Posted by on 29 ottobre 2014. Filed under Cronaca,Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
5 − 2 =