Catania / Dal 22 al 24 settembre “Corti in cortile”, non solo cinema ma occasione di scambi culturali

E’ partito il countdown per la IX edizione di Corti in Cortile, il Festival Internazionale di Cortometraggi che dal 22 al 24 settembre si terrà al Palazzo della Cultura di Catania, nella Corte intitolata a Mariella Lo Giudice.
Organizzato ed ideato dall’Associazione Visione Arte, con la direzione artistica di Davide Catalano, l’evento è diventato ormai un appuntamento imperdibile per i catanesi, che ogni anno affollano le tre serate dedicate alla kermesse.
Cuore pulsante del Festival- informa una nota dell’Associazione – il concorso di cortometraggi, presentato come ogni anno da Simona Pulvirenti: in gara ventidue lavori internazionali, provenienti da Ungheria, Finlandia, USA, Germania, Italia, a partire dalle 21 di venerdì 22 settembre.
Un’opportunità per valorizzare il cortometraggio come strumento di visibilità per giovani registi emergenti, ma anche un’occasione per imparare di più sul cinema come industria creativa, ed un momento di costruzione di contatti e networking, per stabilire collaborazioni professionali.
Oltre al concorso, Corti in Cortile prevede infatti, sia la mattina che il pomeriggio, incontri, workshop e seminari, che avranno come unico fulcro il cinema, in tutte le sue declinazioni.

Davide Bennato

Si parlerà per esempio, venerdì alle 9, di Cinema e Psichiatria, nel convegno curato dal noto vignettista Totò Calì, con la partecipazione dell’attore Enrico Guarneri; della distribuzione cinematografica ai tempi di Netflix, sabato alle 17, nel convegno tenuto dal direttore marketing BIM Distribuzione, Damiano Ricci; e ancora domenica alle 17, il convegno a cura di Ivan Scinardo, Direttore Centro Sperimentale di Cinematografia Palermo, con gli interventi del critico cinematografico Marco Giusti, farà un salto temporale all’epoca dei Caroselli, primo caso in Italia di cortometraggi trasmessi in tv per introdurre uno spot pubblicitario. In occasione di questo incontro si aprirà anche un focus sul duo comico siciliano Franco Franchi e Ciccio Ingrassia.
In uno dei cinque seminari del ciclo Immaginario non immaginario, curato da Davide Bennato, si parlerà poi di Pop filosofia, la filosofia spiegata attraverso le nuove serie tv, con gli interventi del pop filosofo Tommaso Ariemma, venerdì alle 15, e sabato alle 10.
Molto attesi anche, sabato alle 10, il film d’inchiesta “Invisibili. Non è un viaggio, è una fuga. Storie di ragazzi che arrivano soli in Italia”, un progetto di Floriana Bulfon e Cristina Mastrandrea; la presentazione, venerdì alle 16, della riedizione del libro “L’illegalità protetta” di Rocco Chinnici, a cura della Fondazione Rocco Chinnici, con la partecipazione di Caterina Chinnici; e ancora domenica alle 18, l’incontro con Leo Gullotta dal titolo “Vivere da attore”.
Un programma ricco, un evento nell’evento che anche in questa edizione conferma la forza del Festival Corti in Cortile.
Corti in Cortile è patrocinato dal Comune di Catania, Assessorato ai Saperi e alla bellezza condivisa, dalla Regione Siciliana Assessorato al Turismo Sport e Spettacolo, dall’Accademia di Belle Arti di Catania – che documenterà l’intera manifestazione -, dal CSVE Centro di servizio del volontariato etneo, in collaborazione con Seejay e Globus Magazine.

Per il programma completo e dettagliato: http://www.cortiincortile.it/#!/festival

Please follow and like us:
Posted by on 21 settembre 2017. Filed under Catania,Cronaca,Cultura,In evidenza,Spettacoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
20 × 11 =