Catania/ Diffondono il virus e chiedono il “riscatto” dal Nord al Sud. La Polizia denuncia e lancia l’allarme

A far scattare l’allarme della Polizia di Stato contro il cryptolocker, ovvero il software che imprigiona i file sul pc, sono state le molteplicisegnalazioni pervenute da parte degli utenti abusati che riguardano varie regioni, Sicilia compresa. Il virus si presenta tramite unainnocua e.mail derivante da corrieri o istituzioni i quali propongono di cliccare su di un link, da quel momento si scarica un programma che cripta i file, rendendoli inaccessibili all’utente; da qui, si pone l’esigenza di una soluzione per poter accedervi che sarebbe quella di pagare una cifra considerevole. La Polizia postale ha trovato e denunciato proprio in queste ore, l’associazione criminale accusata di diffusione di virus, accesso abusivo informatico, estorsioni e riciclaggio degli illeciti proventi realizzati.

MPR

 

Please follow and like us:
Posted by on 9 luglio 2015. Filed under Cronaca,In evidenza,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
48 ⁄ 24 =