Catania / Domenica 26 Festa di primavera con “Gammazita” alla scoperta di un intero quartiere, appuntamento a piazza dei Libri

 

 L’Associazione culturale per la riappropriazione dei beni comuni e l’auto-organizzazione dal basso “Gammazita” organizza un appuntamento all’aperto da non perdere. Domenica 26 marzo, dalle 12 alle 22 a piazza dei Libri ci sarà la Festa di Primavera con un intenso programma di attività gratuite per chiunque voglia passare del tempo in mezzo alla gente e divertirsi con gli amici.

L’evento inizierà alle ore 12 e l’appuntamento sarà davanti la sede dell’Associazione culturale Gammazita, in Piazza Federico di Svevia, 92. Esso si aprirà con la visita al Pozzo di Gammazita. Si andrà alla scoperta degli scorci e delle leggende più suggestive del quartiere. Il Pozzo di Gammazita è un bene culturale del XII secolo, inaccessibile da decenni, a cui è legata l’omonima leggenda. Per secoli è stato uno dei luoghi simbolo della città, da molto tempo lasciato all’incuria e all’abbbandono. I volontari e gli attivisti dell’associazione Gammazita è da quattro anni che si impegnano affinché il Pozzo possa ritornare ad essere un “bene comune” dei catanesi organizzando passeggiate, incontri e iniziative culturali volte alla valorizzazione e alla promozione del bene culturale. La visita durerà circa 40 minuti, non sarà necessaria la prenotazione e a contributo libero.

Alle ore 13 verrà servito il pranzo a piazza dei Libri e questa sarà un’occasione per scoprire tutti i libri presenti nella biblio-emeroteca all’aperto, mentre si gusterà il menù domenicale ideato dallo chef Giovanni Pistritto. Piatti da comporre a piacimento con cibi e verdure fresche e di stagione.

Nel primo pomeriggio, alle ore 15, si svolgeranno i giochi di strada con il trampolaio Matto Santo Scirè. Egli è un trampoliere e scultore di palloncini, è l’amico del gigante di ogni bambino, riuscendo a far divertire chiunque solo con un coloratissimo telone e un paio di palline.

Nel pomeriggio, alle ore 17, ci sarà una performance dei Sambazita, la banda itinerante di percussioni e samba, che accoglierà il pubblico con allegria e festosità. Diretta da Manola Micalizzi, fondatrice della Scuola popolare “Sambazita”. Il loro ritmo è contagioso, la loro presenza scenica è imponente e ipnotizzante. Non passeranno di certo inosservati.

Alle ore 19 ci sarà l’aperitivo con la band  Wbeat. Formata dal chitarrista Walter Lenza, dal bassista Alessandro Caruso e dal batterista Cristian Falzone. La loro musica trae ispirazione dal genere Indie/Rock/Folk elettronico.

Infine, di sera alle ore 21, ci sarà il Fire Show di Lucignolo e Il Fuoco realizzato da Paolo Mele, fire-performer dal 1999, che farà uno spettacolo dedicato al fuoco e a tutte le sue possibili declinazioni: strumenti in movimento, contatto e manipolazione, meditazione e arti marziali. La musica creerà l’unione in una sequenza ininterrotta di numeri che avranno come protagonisti la fiamma e il performer uniti in un incontro armonioso che lascerà ampio respiro alle sensazioni che il rischio e la morbidezza dei movimenti richiama. Gli spettatori verranno trasportati dentro lo stato emotivo dell’artista.

Michela Abbascià

Please follow and like us:
Posted by on 24 marzo 2017. Filed under Catania,Comuni,Cronaca,Cultura,In evidenza,Volontariato. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
16 − 14 =