Catania: inaugurato nel convento delle Benedettine il Museo di arte contemporanea

Nella piccola Badia del Convento delle Benedettine di via Crociferi, a Catania, strada patrimonio dell’Unesco, è stato inaugurato il “Macs”, Museo arte contemporanea Sicilia.
Durante la cerimonia di inaugurazione, il vescovo di Acireale mons. Antonino Raspanti ha incontrato madre Giovanna, priora del Monastero di San Benedetto. Entrambi hanno ricordato quanto Giovanni Paolo II aveva scritto nella lettera agli artisti: “Per trasmettere il messaggio affidatole da Cristo, la Chiesa ha bisogno dell’Arte. Essa deve, infatti, rendere percepibile, e anzi per quanto possibile, affascinante il mondo dello spirito, dell’invisibile, di Dio”.
Ad esporre grandi e piccole tele è stato il giovane  artista catanese Alfio Giurato.CONFERENZA STAMPA MacS. DA DESTRA GRAZIA CALANNA, GIUSEPPINA NAPOLI, ALBERTO AGAZZANI, ALFIO GIURATO
“Siamo solo all’inizio – ha detto Giuseppina Napoli, direttrice del Macs, alla conferenza di inaugurazione svoltasi nel Parlatorio del Monastero di San Benedetto – e mi auguro che il museo possa ampliarsi. Per adesso importante è avere incominciato, abbiamo realizzato un percorso culturale che vede l’intrecciarsi del nostro passato romano con il barocco siciliano e l’arte contemporanea. A settembre, protagonista dei nostri spazi espositivi, sarà la mostra “Furia corporea” del nostro artista Alfio Giurato, mentre a  ottobre contiamo di allestire una mostra temporanea che ospiterà opere di artisti siciliani e nazionali”.
“Alfio Giurato – ha detto nella sua relazione  il curatore del Macs, Alberto Agazzani – rappresenta la reazione figurativa intellettuale ai quesiti ed alle inquietudini utilizzando una tecnica raffinatissima e manifesta di un talento non improvvisabile, né indifferente. Alfio Giurato dipinge tele con intensità e qualità espressive sempre al limite del parossismo. La sua pittura è senza tempo e senza patria, misteriosa e teatrale nello stesso tempo”.
Alfio Giurato nasce a Catania nel febbraio del 1978. Dopo aver conseguito il diploma di decorazione pittorica all’Istituto d’Arte di Catania, si laurea, nel 2005, in pittura all’accademia di Belle Arti con il massimo dei voti e la menzione speciale. Conclusi gli studi si dedica interamente al suo percorso artistico.

                                                                                   Salvatore  Cifalinò

 

Please follow and like us:
Posted by on 22 luglio 2013. Filed under Cronaca,Cultura,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
21 − 11 =