Chiesa / Domenica 26 aprile Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni: coinvolte parrocchie e comunità

Domenica 26 aprile si celebra in tutta la Chiesa la 52a Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni. Questa giornata coincide sempre con la quarta domenica di pasqua, detta anche domenica del “buon pastore”, dal momento che nella liturgia della messa viene proclamato un brano del discorso di Gesù in cui si definisce “la porta e il pastore delle pecore” (Gv 10).

La Giornata vuole sensibilizzare tutti i fedeli a corrispondere al comando del Signore che ha detto: “la messe è molta ma gli operai sono pochi; pregate dunque il padrone della messe perché mandi operai per la sua messe” (Lc 10, 2). La vocazione, infatti, è anzitutto un dono di Dio che va invocato continuamente perché molti avvertano la chiamata a servire il Signore nella Chiesa e corrispondano con generosità nei diversi ministeri che sono necessari alla comunità cristiana. A motivo di questa diversità di servizi, le vocazioni per le quali pregare vanno intese in senso molto ampio: non si prega solo perché ci siano consacrati nell’ordine sacro o nella vita religiosa ma in generale perché ciascuno sappia realizzare nella propria vita il progetto di Dio.2 correttagiornata mondiale vocazioni (195 x 213)

Il tema della Giornata di quest’anno è: “Vocazioni e santità: toccati dalla Bellezza” (Evangelii Gaudium 167 e 264). L’Ufficio nazionale per la pastorale delle vocazioni propone come slogan “è bello con te”. Questo slogan esprime un cammino che trasforma il nostro sguardo di fede e lo rende capace di riconoscere la bellezza del Signore che, anche oggi, continua a chiamare e a spargere semi di vocazione con abbondanza. A tal proposito, il Santo Padre Francesco, nel suo messaggio per la Giornata, invita i giovani a non avere paura di uscire da se stessi e mettersi in cammino. “”Quanto è bello – prosegue il papa – lasciarsi sorprendere dalla chiamata di Dio, accogliere la sua Parola, mettere i passi della nostra esistenza sulle orme di Gesù, nell’adorazione del mistero divino e nella dedizione generosa degli altri!”.

A livello locale, ogni parrocchia e comunità della nostra Diocesi animerà la giornata con momenti di preghiera o opportuni riferimenti nelle messe. Oltre alla preghiera, non mancheranno le catechesi sul tema della vocazione. In questo senso, ampio materiale è stato preparato dall’Ufficio nazionale. Da parte sua il Seminario, “in prima linea” sul tema vocazionale, propone l’adorazione eucaristica mensile aperta a tutti giovedì 23 alle ore 19; inoltre, i seminaristi saranno presenti in diverse parrocchie per rendere la loro testimonianza durante le messe domenicali.

 don Alfio Privitera

 

Please follow and like us:
Posted by on 25 aprile 2015. Filed under Chiesa,Cronaca,In evidenza,Spiritualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 − 12 =