Chiesa e comunicazione: un terreno da coltivare

Si dice spesso che una delle sfide per il cristianesimo contemporaneo consista nell’educare le domande perché la risposta di fede possa risuonare credibile.

Il contesto dell’Anno della fede offrirà, certamente, molteplici occasioni tra le quali ben si colloca il tema, diffuso lo scorso 29 settembre, per la 47ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali: “Reti Sociali: porte di verità e di fede; nuovi spazi di evangelizzazione”.

L’ambiente digitale è infatti uno dei nuovi areopaghi in cui si esplicita oggi la dinamica della domanda e della risposta. In particolare lo sono la rete dei social network e l’utilizzo costante dei motori di ricerca. “Gli elementi di riflessione – ricorda il Pontificio Consiglio per le comunicazioni sociali – sono numerosi e importanti: in un tempo in cui la tecnologia tende a diventare il tessuto connettivo di molte esperienze umane quali le relazioni e la conoscenza, è necessario chiedersi: può essa aiutare gli uomini a incontrare Cristo nella fede? Non basta più il superficiale adeguamento di un linguaggio, ma è necessario poter presentare il Vangelo come risposta a una perenne domanda umana di senso e di fede, che anche dalla rete emerge e nella rete si fa strada”. Da qui la proposta concreta e la linea pastorale da perseguire per la Chiesa e in particolare per gli animatori della cultura e della comunicazione: “Sarà anche questo il modo per umanizzare e rendere vivo e vitale un mondo digitale che impone oggi un atteggiamento più definito: non si tratta più di utilizzare internet come un ‘mezzo’ di evangelizzazione, ma di evangelizzare considerando che la vita dell’uomo di oggi si esprime anche nell’ambiente digitale”. Pertanto lo sviluppo e la grande popolarità dei social network, che hanno consentito l’accentuazione di uno stile dialogico e interattivo nella comunicazione e nella relazione, diviene un terreno necessario d’impegno per innestare l’annuncio cristiano nelle relazioni che in essi si stabiliscono e coltivano.

Il messaggio del Santo Padre sarà pubblicato in occasione della ricorrenza di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti (24 gennaio), mentre la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, l’unica giornata mondiale stabilita dal Concilio Vaticano II (“Inter Mirifica”, 1963), verrà celebrata il prossimo 12 maggio 2013.

Adriano Bianchi – direttore “La Voce del Popolo” (Brescia)

Please follow and like us:
Posted by on 9 ottobre 2012. Filed under Interviste. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
21 × 10 =