Conclusa la 3° Edizione de “Il Presepe fra l’Etna e lo Jonio”

Domenica 15 gennaio, nella sala parrocchiale S. Paolo di Acireale, si è svolta la manifestazione finale per la premiazione della terza edizione de “Il Presepe fra l’Etna e lo Jonio”, coordinata e presentata dal prof. Giovanni Vecchio. Il Concorso è stato organizzato dal periodico “La Voce dello Jonio”, dall’associazione “Orazio Vecchio” e dagli “Amici del Presepio” di Giarre.

Una qualificata rappresentanza dei tre enti organizzatori ha preso parte alla manifestazione: Giuseppe Vecchio, direttore del giornale, e Orazio Vecchio per i primi e Salvatore Camiolo, responsabile del Museo del Presepio” di Giarre per l’ultimo. Essi stessi, assieme ad alcuni giornalisti della testata acese, hanno consegnato ai vincitori le targhe e gli attestati a tutti i partecipanti. Per la categoria “ Presepi famigliari” i vincitori sono stati: Domenico Puglisi di Riposto, Angela Pulvirenti di Acireale, Maria Grazia Scrofana-Rosario Caudullo di Acireale; per la categoria “ Presepe comunitario” (associazioni, enti, oratori, comunità e scuole): Pro Loco – Aci Bonaccorsi, Comunità “Villa Letizia” – Zafferana Etnea (realizzato dai disabili), Associazione “Vivere” – Acicatena; per “Presepe in chiesa”: Parrocchia Chiesa Madre “Santa Venera” – Santa Venerina, Parrocchia ”SS. Salvatore” – Acireale, Parrocchia “Maria SS. del Monte Carmelo” – Aciplatani (Acireale); per la categoria “Presepe in vetrina” (esercizi commerciali e laboratori artigianali): Giusy Tabuso – San Giovanni Montebello (Giarre), Angela Salemi – Santa Venerina.

La serata, ben organizzata e riuscita, ha avuto esiti favorevoli grazie anche agli intermezzi musicali di Franco Pulvirenti con la sua fisarmonica, che ha eseguito dei canti popolari natalizi della tradizione siciliana, e “Le Piccole Voci dell’Etna”, coro di voci bianche diretto da Giuseppe Arcadian Musumeci, che ha eseguito con successo dal vivo “Se la gente usasse il cuore” – 2001 e “The Prayer” – 1998 (scritte da Alberto Testa) e il brano con il quale il coro ha vinto nel 2011 il premio nazionale “Percacciolo”“Meditazione sulla 4^ corda” di J. S. Bach e un breve saggio (“Do Re Mi”) del Musical in preparazione “Tutti insieme appassionatamente”.Sulla vita di Alberto Testa ha raccontato qualche aneddoto Daniela Colamasi, amica e collaboratrice dello stesso, che sta curando la raccolta delle esecuzioni audio e video delle circa 1500 canzoni scritte dal paroliere e poeta italiano. Il pubblico, presente fino alla fine della manifestazione, ha potuto assaporare le immagini del video “Il presepe vivente negli anfratti del Parco Oasi Cosentini” creato dal dott. Salvatore Sciacca. I saluti finali e i ringraziamenti di Giuseppe Vecchio sono stati accompagnati dall’annuncio di novità per la prossima edizione del Concorso.

Nhora Caggegi

Please follow and like us:
Posted by on 29 gennaio 2012. Filed under Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
23 − 4 =