Conferenze / Angelo Bella e la sua impegnativa esperienza nell’acciaieria elettrica in Venezuela

Nell’Aula Magna “Giuseppe Bianca” del Liceo Scientifico “Archimede” di Acireale, si è svolta un’ interessante conferenza del dott. Angelo Bella sul tema “Esperienza di lavoro in Sud America”, che ha coinvolto con empatia i numerosi partecipanti, per la scioltezza del linguaggio in  un’argomentazione di carattere tecnico-scientifico, impegnativa e attraente, nello specifico, sul “lavoro nell’acciaieria elettrica Sidor- Orinoco in Venezuela”.
Opportuna l’illustrazione sia del sito geografico sia della struttura industriale – 38.000 mq. l’impianto- attraverso un video chiaro e particolareggiato.
Il presidente dell’Associazione culturale “Archimede”, prof. Mario Pavone, traccia con sobrietà il curriculum del socio, tesoriere, Angelo Bella, laureato in Ingegneria al Politecnico di Torino, entusiasta della sua sorprendente esperienza venezuelana della durata di un anno. La gara d’appalto internazionale per l’ampliamento del complesso siderurgico, indetta nel 1979 dal Venezuela, alla quale partecipò, fu vinta, infatti,  dall’Italia, e tra i partecipanti vi era anche la Germania.
La grande Società dell’acciaieria elettrica è formata da vari ingegneri, disegnatori, personale dell’Amministrazione, in tutto circa 500 persone. Nel forno dell’acciaieria venezuelana si lavorano rottami di ferro, mediante un’energia a basso costo. Il Venezuela esporta dal 1917 petrolio greggio all’estero, ma è un Paese che non ha altre alternative. La capitale Caracas ha due milioni e mezzo di abitanti, ma un milione di essi abita nelle favelas.
In Europa ci sono impianti per riciclare rottami importati, dato che con il ferro molte sono le realizzazioni .
Momenti suggestivi per l’attento pubblico sono stati offerti dal video con gli stupendi paesaggi sudamericani: fiumi molto lunghi e pittoreschi, uno dei quali misura  2’200 chilometri; presenza di ferro a cielo aperto.
Le terre venezuelane e andine, la Colombia, per secoli colonizzate dagli Spagnoli, nel primo trentennio dell’800, furono riscattate  dall’eroe Simòn Bolivar, assieme ad altri intrepidi generali e patrioti: vennero  costituite Repubbliche democratiche.
E’ seguito un intenso dibattito con vari interventi, anche di carattere storico-sociale
Il relatore riceve dai convenuti parole di stima e il presidente Pavone gli offre un presente a ricordo della serata.

Anna Bella

 

You must be logged in to post a comment Login