Tempo di Natale – 14 / Il Csi ha fatto centro: con la cena solidale raccolti 600 euro per l’acquisto di giochi inclusivi

Avviata ieri, in occasione del tradizionale scambio di auguri, tra i dirigenti delle Società sportive del Csi (Centro sportivo italiano) di Acireale, alla presenza del vescovo, mons. Raspanti, la raccolta fondi per l’acquisto di giochi inclusivi, al fine di arricchire una bambinopoli che il Comune di Acireale sta realizzando. Il progetto si propone di riqualificare un’area del territorio comunale, strappandola al degrado e consegnandola alle famiglie insieme a tutti i bambini della città; uno spazio inclusivo, aperto e fruibile, senza “barriere”. All’appello con la solidarietà hanno risposto oltre sessanta, tra dirigenti Csi, atleti, allenatori, uomini di sport. Insieme al direttore della Caritas, don Orazio Tornabene, presente alla serata, hanno voluto rispondere positivamente anche l’ufficio diocesano per lo sport, il turismo e il tempo libero e il Seminario diocesano.

Il vescovo mons. Raspanti ha lodato il servizio dei tanti allenatori e dirigenti che, sposando la causa dell’educazione attraverso lo sport, danno sempre un importantissimo contributo per il futuro dei giovani.

Circa seicento euro la somma raccolta in questa “prima uscita lancio”. Ne seguiranno delle altre durante l’anno, per arrivare in primavera all’acquisto dei giochi inclusivi. Ieri il mondo dello sport ha dato prova di serietà, impegno e condivisione, portando a casa un importante risultato. Una prima vittoria che, siamo certi, ci porterà al raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Un connubio, quello tra sport e solidarietà, che certamente potrà contribuire tanto per il riscatto e la crescita delle persone e della comunità.

 

Salvo Raffa

presidente del comitato CSI di Acireale

You must be logged in to post a comment Login